BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 31 ottobre 2018

le persone...quanto valgono per la politica?




Ricevo e pubblico, mi è stato anche chiesto  di rivederlo, non lo faccio perchè qualunque revisione cambierebbe la passione con cui è stato scritto.
USB Formazione Sicilia.
La Formazione del banditismo politico amministrativo. L’IRAPS,come lo IAL e gli altri Enti di formazione,Onlus,divenute per la giurisprudenza creativa aziende!. L’Appello alla Magistratura sana,tra cui il Dott.Sebastiano Ardita,Pm Catanese,all’altezza della situazione a fare luce sul “vaso di pandora”.! L’Appello all’On.Claudio Fava,Presidente della Commissione Antimafia,augurando faccia meglio,anche sulla questione formazione professionale,di chi in tale veste,l’ha preceduto in tale ruolo. Il monito al Presidente Musumeci..Chiunque sieda su una “cadrega”…sbraita o mugola ad una schiera di devoti accecati dalla passione,i suoi apostolati indiscutibili,non criticabili…assoluti! Il difenderli sempre e comunque..ognuno ha il suo on.le dio, chi è più ciuco?!. Apprendiamo dell’ennesimo fallimento creativo dell’Ente di formazione professionale IRAPS onlus,uno degli enti professionali finiti nell’occhio del ciclone con l’operazione Pandora del 2013. Le accuse a vario titolo per i protagonisti di questa vicenda sono quelle di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, peculato e tentata truffa.Quattro enti di formazione a cui capo vi erano tale Giuseppe Saffo,Cavallaro Francesco e il “cerchio magico”; – ANFE,IRAPS,ISVIR e ANFES – e 115 progetti per una frode complessiva che ammonterebbe a quasi nove milioni di euro,tali Enti furono revocati dall’amministrazione regionale ad Ottobre del 2013. Nella sentenza di fallimento viene riportata la dottrina del Tribunale di Palermo,che equipara alle aziende le onlus,ricalcando la sentenza di fallimento operata per lo IAL CISL,a dire il vero la giurisprudenza creativa (manipolazione della disapplicazione mirata di provvedimenti giudiziali che, lungi dal rappresentare una semplice interpretazione della norma, finiscono con l’integrarne il precetto, restituendo un quadro alterato del Diritto).Tra le istanti del fallimento dell’Iraps, (2018),appare tale lavoratrice,Signora Lupo Rosalia,dipendente dell’Ente IRAPS di Palermo sino all’anno 2013,anno in cui presumibilmente ha interrotto il rapporto di lavoro,non presente neanche nella stesura del primo Albo del 2013,insieme a tale Signora La Pera Patrizia,che dagli atti in possesso della Regione ha recuperato le proprie retribuzioni,assistita da un legale appartenente a un movimento politico della denominazione “io C’entro” il cui Presidente,tale Adolfo Messina,vicino al “cerchio magico”, Presidente di un ente in house Pubbliservizi Spa, è stato arrestato e condannato a 6 anni e 4 mesi di reclusione.La Signora Lupo è sorella del parlamentare regionale del PD,Giuseppe Lupo (Appare superflua l’eventuale replica,che la signora svolgeva la propria attività sin da prima dell’ingresso dello stesso Lupo in politica, come lo stesso dichiarò a Live Sicilia, in occasione della “parentopoli nella formazione professionale”).L’On.Giuseppe Lupo del Partito Democratico (insieme ad altri autorevoli dello stesso partito),a memoria di questa Regione, sarà ricordato esclusivamente come uno degli artefici del ribaltone e dell’alleanza politica con l’ex Presidente della Regione,Raffaele Lombardo, l’uomo che ha devastato senza alcun tema di smentita la Formazione professionale siciliana.Ricordiamo anche il disegno criminale attuato dal PD contro i lavoratori storici della Formazione professionale, con la complicità di chi ha avallato questa finta crisi per fare uscire questo settore dal Bilancio regionale e potere accedere ai fondi europei (sempre della collettività) definendo questa manovra la “Buona Formazione”.Per arrivare al dandy Rosario Crocetta;fino all’attuale Presidente Signor Nello Musumeci,le cui sortite sulla questione formazione,sono astratte e ininfluenti.appare superfluo qualsivoglia appello,allo stesso presidente avendo in piu’ occasioni gabbato e buggerato,quella parte di lavoratori,che avevano le visioni elettorali del “Salvatore occupazionale”.Il già citato Giuseppe Lupo non ha proferito parola sul disastro occupazionale della Formazione professionale, in particolare sullo IAL CISL,IAL SICILIA (cambiando l’ordine dei fattori il risultato non muta); seppur dal 2001 al 2008 è segretario generale della CISL di Palermo. Un appello,al Presidente della commissione antimafia l’On.Claudio Fava,sentiamo di doverlo esplicitare perche’ i fatti sussumibili di corruttela evidenziati dalle indagini delle procure siciliane a danno dei lavoratori,lasciano presagire scenari inquietanti per il mondo burocratico e di certi miserabili pseudopolitici di questa regione.
 USB Formazione Sicilia.

0 commenti:

Posta un commento