BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 19 giugno 2018

Caserta, spari ad aria compressa sui migranti al grido di “Salvini, Salvini!” #Salvinischedacitutti

Se dall’alto seminano odio, si trova sempre qualche carogna decerebrata che raccoglie il messaggio e sfoga la sua impotenza su chi sta peggio di lui. Evidentemente contando sul fatto che “lassù” possano garantire l’impunità come di solito accade alle “forze dell’ordine”. Doppiamente cretini, insomma.

Due ragazzi del Mali, a Caserta, sono stati fatti bersaglio di colpi di pistola da parte di sconosciuti che gridavano “Salvini! Salvini!”. Le vittime sono ospitate in uno Sprar gestito dal centro sociale Ex Canapificio, dalla comunità Rut delle suore orsoline e dalla Caritas.

Per fortuna erano colpi di pistola ad aria compressa che però hanno comunque lasciato il segno. Ferito uno degli stranieri. A sparare sarebbero stati tre ragazzi che gridavano “Salvini, Salvini!”.

Il fatto risale allo scorso 11 giugno scorso ma è stato denunciato solo oggi dal Centro Sociale Ex Canapificio, associazione che gestisce il progetto Sprar insieme alla Comunità Rut delle Suore Orsoline e alla Caritas.

Stando al racconto raccolto dal Centro Sociale l’aggressione è avvenuta in tarda serata, in torno alle 22. I due rifugiati stavano tornando a casa quando, all’incrocio tra viale Lincoln e via Salvatore Commaia, sono stati avvicinati da una Fiat Panda di colore nero. Lo stesso tipo di auto dal quale sono partite le fucilate contro Soumayla Sacko, il sindacalista del Mali ucciso a San Ferdinando, in Calabria.

A bordo della Panda di Caserta c’erano tre giovani italiani che, brandendo una pistola a pallini hanno sparato due colpi a distanza ravvicinata, invocando il nome di Salvini. Un colpo ha raggiunto al torace Daby, ferendolo (due giorni di prognosi) ed un altro, sparato all’indirizzo di Sekou, è andato a vuoto.

Accompagnati da un’operatrice legale e dall’avvocato difensore Francesco Pugliatti, i due hanno sporto formale denuncia. E’ stato inoltre richiesto il sequestro di una telecamera nella zona.

Uno dei due è rimasto ferito in modo non grave, mentre l’altro è rimasto illeso.



0 commenti:

Posta un commento