BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 9 novembre 2017

era il 9 Novembre



La notte tra il 9 ed il 10 Novembre si ricorda una delle tante pagine orride della storia dell'uomo, una delle tante perchè la violenza sembra avere mai termine , il progrom, ovvero massacro in russo, condotto dai nazisti(SS) nel1938 in Germania, Austria e Cecoslovacchia
Ma tutto iniziò al 7 per concludersi al 13 Novembre, furono distrutte e incendiate  le sinagoghe, i cimiteri e i luoghi di aggregazione della comunità ebraica, migliaia di negozi e di case private. Il numero delle vittime decedute in quei giorni per assassinio o in conseguenza di maltrattamenti, di atti terroristici o di disperazione, è stato stimato essere tra i 1 300 e i 1 500. Circa 30.000 ebrei furono deportati nei campi di concentramento di Dachau, Buchenwald e Sachsenhausen Le misure di oppressione culminarono nella ghettizzazione sistematica, nella deportazione ed infine nell' Olocausto, segna l’inizio della fase più violenta della persecuzione antisemita del nazismo.
Ma tutti sappiamo o dovremmo sapere che l'idea di massacro di interi popoli, risale a tempi decisamente più remoti e ad oggi non si sono fermati. Il Nazismo è diventato simbolo della violenza e follia umana, della cattiveria insita e nella sete di dominare..un simbolo ad oggi ricordato, ma che non tocca alla fine i cuori ...altrimenti se così fosse forse qualcosa nella storia potrebbe cambiare, invece i genocidi continuano le motivazioni sono inique, perfide, vergognose, ma l'uomo è vergogna, vive la sua vita nell'assoluta certezza di essere superiore ad altri esseri umani, non solo più superiore agli animali, anche questo è molto discutibile, è un animale anche lui, ma la sua cultura non gli consente di capire questo. Il limite umano è gigantesco, il rispetto per gli altri inesistente..l'uomo vive solo per se stesso, la supremazia dell'io..che porta distruzione, porta alla fine, la fine delle culture, della storia, della vita, se distruggi una vita, una speranza, un sogno...hai distrutto anche te, ma non lo capisci, ridi ma sei solo.  Erasmo da Rotterdham scriveva: E a forza di sterminare animali  s'era capito che anche a sterminare l'uomo non richiedeva grande sforzo . 
Riccarda Balla
Notte dei cristalli ° Rue des trois fréres
opali riflessi di imprecise memorie,
incolte speranze in un oblio soffocato.
cerco la chiave di ogni mia mera ansia.
silenzio mi accoglie. spietato. sereno.
non sento pace né sicurezza.
ma l'estasi di questa angoscia si placa e scompare.
non un immaginario ideale cui abbandonarsi.
realtà che distorco e appesantisco


1 commenti:

  1. Di tanto in tanto questi fatti orrendi ci fanno riflettere su l'orrido che c'è in noi e che purtroppo non sempre siamo capaci di reprimere. Ciao Riccarda

    RispondiElimina