BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

sabato 9 settembre 2017

"zoccole, se la sono cercata" Il sessismo e fascismo corre sul web #stuprofirenze

Bugiarde, disoneste, drogate, prostitute.  Così i sessisti e fascisti, simboli di società sempre più becera, si scagliano contro le vittime di violenza sessuale da parte di due carabinieri in servizio. Un'ondata d'odio e di scherno in ogni singolo post o notizia pubblicati sull'argomento.

Ragazze colpevoli minimo di aver peccato di ingenuità, di aver provocato i militari o di essersela andata a cercare.


Giovani ree, secondo gli umori dei commentatori, di aver peccato di ingenuità, di aver irretito i due appartenenti all'Arma o, nel peggiore dei casi, di essersela andata a cercare, perché "se non vuoi andarci a letto, sulla macchina dei militari non ci sali".


La giuria del web, insomma, ha già emesso il verdetto: le ragazze - e "non dimenticate che sono americane e gli americani sono famosi per il vittimismo".


I commentatori sembrano concentrarsi sul particolare dell'assicurazione contro lo stupro stipulata dalle ragazze, particolare che non lascerebbe dubbi sul fatto che le ragazze si siano inventate tutto “per prendersi il soldi”.


Fra gli esperti e i giudici, colpisce come siano tante le donne che non mostrano alcun tipo di compassione, ma che invece rincarano la dose nei 'commenti tecnici' al caso: "Saranno state loro a fare le zoccole", l'opinione più diffusa.

0 commenti:

Posta un commento