BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

sabato 3 giugno 2017

Marilyn Monroe

Sono passati tantissimi anni, ma forse ci siamo fermati tutti quanti ad ammirare una donna di 36 anni, un vera icona, bellezza senza tempo.
Molte sono bionde, molte hanno un bel seno, moltissime sorridono ed hanno gambe lunghe, ma nessuna di loro è Marilyn, perchè, conme diceva lei stessa, la bellezza vera è altra.

 "Non è il viso che colpisce, ma le espressioni; non è il corpo che ci piace, ma il modo in cui si muove. Non è spesso l’aspetto fisico che ci attrae… ma sono i modi di fare di una persona." 

Sono decine i film in cui l'abbiamo vista, deliziosa, fragile, magnetica, ed è pensabile che dietro ad personaggio Norma non sia tanto lontana, se si lascia poco spazio all'immaginazione, sarà solo l'attrice icona del suo tempo, ma credo ci fosse molto di più.


Una donna di grande sensibilità, non capita, forse ostacolata, lasciata spesso da sola, vittima alla fine delle paure di ogni persona, chissà cosa doveva essere, essere Marilyn Monroe, il mito fra i miti, la super attricce, la donna più desiderata del pianeta, forse alcuni giorni le pesava, forse, quella ragazzina non si aspettava di diventare l'attrice per eccellenza.

Ne ha dette di cose giuste, ed ha cercato di farsi strada nel mondo maschilista di quel periodo, costruendo un personaggio, che alla fine era solo una più violenta se stessa.

Marilyn grande femminista, tradita dagli uomini della sua vita, che non hanno saputo starle accanto, che hanno creduto di andare al letto con uno dei personaggi dei suoi film, al risveglio la donna che avevano vicino, era ben diversa.

Non accettate le briciole. Ci hanno fatto donne, non formiche.

 Non piangere mai per un uomo, ti si sbava il trucco… Ed il mio mascara vale più di uno stupido maschio

 Quello che davvero desidera una donna è trovare un uomo che le dimostri che i maschi non sono tutti uguali.

Non tutti sanno che durante i suoi concerti Ella Fitzgerald era spesso vittima del razzismo, nonostante la sua voce da brivido, l'arte non veniva capita, fu proprio Marilyn ad aiutarla, contattando il direttore del  Mocambo ad Hollywood, il locale più famose del momento, richieste che Ella potesse esibirsi. Se avesse accettato Marilyn avrebbe prenotato tutte le sere un tavolo per lei, in modo da poter assistere.
Io credo che il solo fatto di avere la Monroe ospite fissa del locale li fece accettae, ma il risultato fu che un artista di colore si vide finalmente riconoscere lo spazio adeguato al suo talento.
Sono queste le cose che si dovrebbero sapere su Marilyn, perchè è in questi gesti che si vede il valore di una persona.

Certe persone non ti odiano perchè hai fatto qualcosa di male. Ma perchè hai fatto qualcosa meglio di loro.

 La vita non diventa più facile, sei tu che diventi più forte.

C’è un momento che devi decidere: o sei la principessa che aspetta di essere salvata o sei la guerriera che si salva da sé…
Io credo di aver già scelto… Mi sono salvata da sola. 


Non riesco a pensarla diversamente, la vedo sempre magnetica, che balla, che solleva le sopracciglia, che stringe lo sguardo mostrandoci la velata tristezza dietro l'ironia, li ho visti tutti i sui film, alcuni mi sono piaciuti di più, certo, altri di meno, in alcuni ho visto veramente la sua personalità venir fuori, oscuare tutto il resto
Mi piace pensarla sempre così Marilyn.

Una volta una mia collega mi chiese se preferissi la Monroe o la  Hepburn, non ebbi il minimo dubbio.
Lei preferiva la Hepburn, mi disse che aveva eleganza, compostezza, ed era bella.
Ed io le dissi certo, ma io non amo queste cose, io amo la scintilla, amo l'imprevdedibilità, amo la bellezza che si illumina e si incupisce, la bellezza che si distanzia e che ti travolge, e non sono cose che hanno tutti; per questo la mia preferita resta sempre Norma Jean.
Non serviva riflettori, era lei il riflettore, anche quando improvvisava, anche quando si girava e rideva, anche quando le bastava un lenzuolo bianco per essere bellissima, e mai volgare.

 Arrendersi non significa sempre essere deboli; a volte significa essere forti abbastanza da lasciar perdere.
 



0 commenti:

Posta un commento