BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

domenica 28 maggio 2017

Guardati allo specchio..e raccontati la verità

Il concetto è: guardati allo specchio e  dirti...va bene così...in fondo i fazzolettini con essenze balsamiche non mi mancano e l'albero di mandarini è pieno di frutti e la cartellina persone inutili...(la cartellina delle persone che hanno deluso, degli ipocriti, dei vili, dei volgari, di chi porta male, di chi non capisce una rapa essiccata, di chi a mala pena riesce a decifrare un cartellone pubblicitario..di chi sentenzia dall'alto di un pulpito, di chi ti accusa perchè non ha il coraggio di dire la verità).

L a nostra vita troppo spesso sguazza intorno ad abitudini che alla fine più che sicurezza ci provocano ulteriore stress e sofferenza solo perchè sono abitudini che forse ci hanno illuso nel passato..Dunque la tattica sarebbe quella di non guardare indietro, ciò che hai fatto hai fatto, pazienza se hai sbagliato...ci credevi e basta. Quindi abbandoniamo ciò che oggi non serve più...dimentichiamolo, cestiniamolo anche se li per lì potrebbe sembrare una perdita, cambiamo registro, senza traumi basta cambiare un pò le abitudini, non necessariamente usare il tritatutto, basta non negarsi quei piccoli spazi che ti fanno sorridere.
Nonostante tutto si può essere felici, basta smetterla di pensare di avere sempre ragione, tanto sia che tu abbia ragione o meno,  sovente chi hai di fronte se ne impippa altamente; accalorandoti hai semplicemente fatto un regalo così all'ego dell'altro e rischi un'ulcera, basta solamente delle volte farsi un bagno in olio e lasciarsi scivolare addosso fiumi di parole dette e subito dimenticate, così le dimentichi anche tu, parole alle quali avevi creduto.
Non ti preoccupare troppo per gli altri...lasciali vivere, sbagliare, le situazioni non si possono tenere controllo, sopratutto quelle degli altri, si può esprimere un proprio pensiero e poi basta, .vanno lasciati nel loro brodo...è un modo semplice per capire chi è,  chi ti circonda e se vale la pena o meno preoccuparsi o rischiare, se piangono e fanno i disperati, non ti fidare...
Chiudiamo in un cassetto i pensieri maceranti, che fanno solo del male,  siano colpe, ragioni, errori che rappresentano il passato, illusioni e delusioni, pazienza guarda avanti altrimenti sarai tu sbattere il grugno,   sovente la colpa è tua che ti maceri, avresti dovuto essere più attento,  o meno altruista, o meno sciocco...dipende..da che dipende..Tutto dipende...diceva una canzone. Spesso il vincitore  è chi lascia andare, vince in salute e si arricchisce con l'esperienza fatta. In fondo è il potere di chi si assume le responsabilità e le affronta, non importa con chi, non importa se grandi o piccole hai assunto "dei doveri" e qualcuno ti ha creduto...non di chi fugge. La mente, il suo riflettere,  è uno strumento superbo (se c'è). se usata correttamente; se il riflettere diviene un rimuginare  può solo avere effetti deprimenti e distruttivi, scriveva Tolle, (a volte  pure ingannevoli)..ti conduce a pensare di avere ragione a prescindere, quando invece sei in caduta libera e nessuno ti dà   o ti darà più una mano, o peggio ancora te la mostra la mano..poi la mette in tasca. o hai talmente stancato nel tuo voler ragione che non trovi altro che uno stanco ..si
Ah!  Potersi liberare, cancellando dal presente e dal passato tutte quelle persone che hanno avuto ed hanno il potere di renderti infelice ma,  nessuno ha questo potere; bisogna cambiare la visione e guardarle diversamente..non esistono più...basta, fanno parte del bagaglio dei ricordi, esperienze, errori....cestino della carta straccia a portata di mente! Basta le lamentele, basta i giudizi, siamo tutti diversi, tutti volubili, tutti in cerca di bene, tutti in cerca di qualcosa,  tutti diversi  ma tutti uguali alla fine,  tutti siamo bravi, tutti sinceri, tutti vittime.
Non funziona il voler piacere a tutti i costi, è qualcosa di irreale, una sorta di cibo per il proprio ego , un prenderci in giro, o serve questo per prenderli in giro, possiamo essere generosamente ipocriti verso noi stessi e gli altri,.è quello che sei ciò che davvero ha importanza; se si è quello che si è, con propri  errori,  paure, pentimenti, debolezze e gioie, senza alcun timore di mostrarsi deboli..beh, a quel punto si avranno accanto persone che si fideranno di te e tu ti potrai fidare di loro.
Sarebbe bene essere sempre presenti in ogni istante della propria vita e guardare avanti, senza però distrarsi dal momento che si sta vivendo, lasciando il passato che pesa, ma se si hanno dei doveri nei confronti degli altri  e quel "passato" lo avevi ignorato o sottovalutato quando era un presente,  farà ancora parte del tuo presente non ti lascerà per quanti sforzi tu possa fare e cerchi d'imbrogliare te stesso..tranne che la coscienza tu non l'abbia buttata nel cestino.  Cerchiamo di avere un atteggiamento distaccato dalle vicende umane è il modo migliore per essere obiettivi,  arrovellarsi non serve a nulla se tanto poi chi se ne frega.
Per generosità si cerca di vivere una vita che non ci appartiene, sulla base di cosa gli altri pensano, o cosa sia meglio per loro, lasciando da parte il "noi", perdendo così il controllo della propria felicità, perchè il vivere solo per gli altri rende tanto quanto ad un egoista che vive solo per se stesso. Gli eccessi non portano a nulla..Il primo, colui che pensa solo agli altri è imbecille,  il secondo, l'egoista è inaffidabile, dimenticano che cosa li rende felici, di  cosa bisogna per sè o per gli altri nei giusti limiti. 
Basta con le scuse, scusarci con gli altri, attendere delle scuse, scusarci con noi stessi, la maggior parte delle volte sono solo una bella presa in giro..per continuare ad agire come si vuole, meglio agire, meglio cambiare, meglio correre ai ripari di una delusione e non chiedere falsamente scusa, ma certo ci vuole dignità.
Cerchiamo di ritrovare un pò di umanità, di rispetto, viviamo un mondo dove si cerca solo di portare al "massacro" l'altro, il web e la cattiveria umana insieme riescono a dare vita a delle vere e proprie fucilazioni dei sentimenti degli altri, inventando e creando...le persone sono diventate dei tiri al bersaglio, ma non si è sagome di cartone..
Sacrifichiamo l'ipocrisia, l' arroganza, la paura, l'autostima e sopratutto la vigliaccheria...


Riccarda 


0 commenti:

Posta un commento