BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 4 maggio 2017

Donbass...una guerra...tante manipolazioni





Donbass è guerra, e sopratutto è da anni ed è feroce, ma del Donbass si parla poco e con notizie frammentarie, non è una guerriglia come si vuole far continuare a credere, «piccole scaramucce», qui i civili muoiono, le case e gli ospedali bombardati...é una guerra a suon di soldati in incognito e di compagnie militari private (sigla CMP) che forniscono consulenze e servizi specialistici di natura militare, per intenderci veri e propri mercenari. Si tratta di una guerra di aggressione agli abitanti del Donbass per costringerli a sottomettersi al governo di Kiev. Non e` stata dichiarata ufficialmente da Kiev, e` stata nascosta sotto la denominazione “ATO” cioe`: “Operazione Antiterroristica”, una espressione che ha tratto in inganno gli ucraini dell’Ucraina occidentale, i quali hanno mandato volentieri i propri figli la` a combattere credendo veramente che nel Donbass ci fossero terroristi supportati e armati da Mosca.

In base ai tanti video e film girati direttamente della guerra nel Donbass da coraggiosi giornalisti russi e stranieri, se ne evince pero` che nel Donbass non c’e` nessun terrorista, ma solo miliziani che si sono ribellati e non intendono sottomettersi alla giunta militare di Kiev, una giunta che usa metodi di convincimento che ricordano quelli di antica memoria con le “migliorie” dell'evoluzione della guerra e dell'annientamento di un popolo. Di Siria non si parlava, anche lì la guerra non è di ieri, ma dell'altro ieri, atroce, violentissima, oggi si piange per la Siria, ...parliamo anche del Donbass? Dove v'è morte per guerra, per potere e supremazia sarebbe giusto non smettere mai di parlarne, senza però farne una questione puramente di colore..nero/rosso...perchè si finisce esclusivamente a fare una sorta di sterile discussione, un po' da collettivo...piccino per intenderci, ma per affrontare la questione proviamo a parlare anche di “geopolitica” partiamo dalla definizione di Yves Lacoste: «la geopolitica è quella situazione nella quale due o più attori politici si contendono un territorio» In questa contesa, le popolazioni che abitano il territorio disputato devono essere coinvolte in questo conflitto attraverso l'uso degli strumenti di comunicazione di massa", la definizione è terribile la comunicazione di massa può essere ed è sempre manipolata, poi arrivano i filmati “clandestini”..ma girano poco, o come è successo con la visita dell'europarlamentare Eleonora Forenza, del Sindaco di Santomenna Massimiliano Voza e della Banda Bassotti (un gruppo musicale che non ha nulla a che vedere con i nostri politici), per portare giocattoli ed aiuti umanitari ai tanti feriti, la visita ha fatto ribollire il sangue di quelli dell'ambasciata Ucraina, con le conseguenti reazioni che si sono basate su insulti e minacce da parte dei seguaci di Stepan Bandera, perchè così tanta rabbia, erano solo aiuti ...o il timore che potessero girare foto e filmati che non si vogliono far vedere perchè escludere questa ipotesi? Delle verità che non devono uscire dai confini?La rabbia perchè i bambini sorridono, ma non con gli occhi ai giocattoli? Perchè il Donbass qualcuno lo ricorda e sa quanto stanno piangendo di dolore, di silenzi pesanti da parte di un mondo che li circonda, di bugie in dose massiccia...di quanto i grandi interessi internazionali, politici, finanziari stanno pesando sulla vita e morte di questa gente e quanto sta costando la difesa della libertà?..Perchè ogni Stato non può vivere la sua vita, le sue tradizioni, il passato ed il futuro tranquillamente a casa propria, perchè la maggior parte delle interferenze sono solo per uccidere. Le guerre sono sempre causate da esterni che manipolano come scritto prima. Il popolo paga sempre e soltanto, più ci sentiamo evoluti più uccidiamo la libertà, i pensieri, i bambini..la grande evoluzione dell'involuzione.

Ed è di pochi giorni fa la notizia che: l’Aia si è pronunciata sull’argomento significa quindi che vi riconosce la propria giurisdizione e, poiché tutti i governi europei riconoscono l’autorità di questo Tribunale, dovrebbero avere il coraggio di essere conseguenti e trarne le relative conclusioni. In altre parole, contrariamente a quanto una propaganda interessata continua a propinarci, le popolazioni delle regioni est dell’Ucraina stanno soltanto difendendo i propri diritti violati da Kiev e non il contrario ed inoltre il Tribunale dell’Aia ha escluso che l’intervento russo a favore degli abitanti dell’Est-Ucraina possa qualificarsi come “aggressione” e “occupazione” (definizioni invocate da Kiev), riconoscendo di fatto che l’aiuto russo è legittimo:  (Fonte notizie Geopolitiche,  02 maggio 2017).

Perchè ogni Stato non può vivere la sua vita, le sue tradizioni, il passato ed il futuro tranquillamente a casa propria, perchè la maggior parte delle interferenze sono solo per uccidere. Le guerre sono sempre causate da esterni che manipolano come scritto prima. Il popolo paga sempre e soltanto, più ci sentiamo evoluti più uccidiamo la libertà, i pensieri, i bambini..la grande evoluzione dell’involuzione.
Riccarda Balla

0 commenti:

Posta un commento