BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 2 maggio 2017

Buon primo maggio a chi non ha avuto nulla da festeggiare...

2 /5 2017
...ci ho dormito su ..prima di auguravi  buon 1 maggio......X me oggi.....il primo pensiero va indietro a Chicago.....qnd alcuni operai difendono i propri diritti.....ed altri e muoiono...xké la polizia ha da sparare all'impazzata....ed il padrone nn ne vuole sapere di ascoltare le sofferenze dei lavoratori.....
Poi ...la festa internazionale della festa dei lavoratori......ok voglio augare anke io  buon primo maggio...
A chi un lavoro nn lo ha mai avuto ,o a chi non lo ha più,a chi lavora senza diritti ,o a chi viene sfruttato,sottopagato ed umiliato
Buon primo maggio a chi sta lavorando come “apprendista” o “stagista” in un ufficio, in uno studio legale, in un negozio, su un furgone, su uno scooter e in tutti i luoghi dove non c’è nulla da imparare se non che oggi il profitto di pochi si fonda sulla loro capacità di sfruttare..
Buon primo maggio a chi lavora da tanti anni, ma quando entra in banca a chiedere un finanziamento, un prestito o un mutuo per comprare casa deve portare a garanzia la firma di un genitore che gode di quel posto fisso che non esiste più o di una pensione di anzianità.
Buon primo maggio a chi negli ultimi vent’anni ha conosciuto i Co.Co.Co., i Co.Co.Pro e tutti quei “contratti” montati ad arte per pagare meno e dare meno diritti a intere generazioni, quelle che oggi sanno bene che “il posto fisso non esiste più”, in particolar modo il loro.
Buon primo maggio a chi il giorno dell’assunzione firma anche la lettera di licenziamento.
Buon primo maggio a tutte quelle donne che durante i colloqui di lavoro si sentono chiedere se hanno o se vogliono avere figli, se sono sposate o se pensano di sposarsi, se hanno un fidanzato e come procede il loro rapporto sentimentale.
Buon primo maggio a chi pur di lavorare in un McDonald, in un call center o alla CGIL, ha dovuto accettare di essere pagato con i voucher.
Buon primo maggio ai lavoratori di Alitalia e a tutti i lavoratori di quelle grandi aziende perennemente in crisi, vittime sacrificali sugli altari di manager incapaci.
Buon primo maggio a chi lavora all’Ilva di Taranto, a chi si è ammalato a causa dell’Ilva di Taranto e a tutti quelli che nel 2017 pur di mantenere la loro famiglia – in questa presunta modernità – sono costretti a rischiare la vita per lavorare.
Buon primo maggio a tutti quei migranti che arrivano in Italia e in Europa a “rubarci” quei lavori che non vogliamo più fare per pochi euro al giorno.
Buon primo maggio a tutti gli italiani che per lavorare sono stati costretti a emigrare.
Buon primo maggio a chi non ha nulla da festeggiare. A tutti gli altri, oggi è già 2 maggio...



0 commenti:

Posta un commento