BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

domenica 2 aprile 2017

Un’antimafia da circo

Salvatore Borsellino oggetto di attacchi da parte di media che sostengono, per ideologia o peggio per interesse, establishment di governo: verbosità ad orologeria. Il motivo?
Salvatore si è permesso di paragonare Luigi De Magistris al fratello Paolo “Dovete essere vicini al vostro sindaco. Quando era pm e gli hanno tolto le inchieste, è come se lo avessero ucciso. Luigi è un altro pm morto”.


“L’incauta domanda” ha scatenato una ridda di interrogativi, un accostamento definito surreale che necessita di immediata smentita.

Addirittura si osa scavare nell’intimo, nella sfera privata dei fratelli Borsellino, insinuando che Paolo e Salvatore fossero due estranei, la loro sintonia praticamente inesistente.

Descritto un Salvatore Borsellino confuso, al limite della cecità, un signore ormai anziano che confonde capacità e correttezza con sfrontatezza e ambizione.

Naturalmente viene riesumato il sacrilego abbraccio con Massimo Ciancimino, altro personaggio che l’inquisizione-antimafia vedrebbe bene al rogo.

Una caricatura, simbolo di un’antimafia da circo, questa la definizione di Salvatore Borsellino che viene proposta. Un uomo che cavalca il sacrilegio ideologico avvolto nel buio di un disagio psicologico generato, bontà loro, da un insopportabile lutto, da una perdita atroce.

Una disamina, quella contro il fratello di Paolo Borsellino, carica di populismo, retorica e demagogia, non un cenno alla necessità di arrivare a quella verità storica e processuale per la quale Salvatore si sta battendo da anni e per la quale da anni sta subendo vergognosi attacchi.

“Il fratello chiacchierone” certo non ha bisogno di avvocati difensori, ha cuore e tenacia per difendersi egregiamente da sé, ma ci permetta di indignarci per le parole di chi si scaglia contro chi non si allinea al potere, contro chi il guinzaglio rifiuta di indossarlo, preferendo l’impegno e la sua storia.

Comunque sia, un’altra pagina di brutta antimafia è stata scritta.

0 commenti:

Posta un commento