BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 4 aprile 2017

Quale Dio ci paga per produrre angeli?

La Siria,  non c’è pace, ma non solo la Siria….solo che il web fa girare alcune atrocità altre no, forse perchè in alcuni Stati si riescono a nascondere…o perchè così si vuole, ma in Siria donne e bambini muoiono,,,l’uomo, perchè si sente diverso da loro? anche lui è stato bambino, anche lui ha avuto una mamma…o no?..si usano armi chimiche, un continuo azzeramento di un popolo, con la sua storia, le sue ricchezze umane
…eppure un altro mondo che inneggia alla pace, utilizzando i colori dell’arcobaleno…li sta uccidendo…ripeto non sono solo loro..molti altri popoli vengono trucidati per una volontà di menti che si credono superiori..no…siamo forti perchè abbiamo armi, interessi in comune e non c’importa nulla di altre anime…l’essere superiore….già…cosa abbiamo di superiore? Sapete cosa? ancora non si sono scatenati gli interessi su di noi…solo questo, siamo tutti vittime di interessi altrui, è inutile svendersi a chi si pensa più forte…sarà il primo a tradire…in ogni caso qualunque sia la soluzione si vende un popolo, la sua storia, il nostro futuro.
Sull’arcobaleno della pace ci sono bimbi morti…angeli per chi ci crede…vittime di noi carnefici…..angeli? già ci paga quale Dio per produrre angeli? ci diciamo cristiani, cattolici, musulmani, ci battiamo il petto…quanto siamo falsi, ipocriti…o siamo sul libro paga dei venerabili boss per i quali ci battiamo il petto o ci chiniamo rivolti alla mecca, facciamo digiuni…già la mecca, il paradiso …chi ama non farà mai piangere…che gran corbelleria, non si ama, ….facciamo piangere i bambini di dolore….chiudiamo gli occhi dei bambini…spegniamo le loro vite. Come siamo bravi…..meglio spegnere una candela e rimanere nell’oscurità per negare il dramma di cui siamo artefici…si ritorna sempre al solito cappio: c’è chi nasce carnefice e chi nasce vittima….questa è la scusa per cui poi ci facciamo un selfie sorridendo..nostro figlio/glia gioca  accanto a noi …
Riccarda Balla

0 commenti:

Posta un commento