BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 15 marzo 2017

L'ultima infamia

" Stò pensando al presidente delle filippine Rodrigo Duterte,  che ha deliberatamente aperto la mattanza nel suo paese, verso gli spacciatori e consumatori di droghe, incitando anche la popolazione a uccidere tali persone ringraziandoli se lo fanno. Ma la cosa che mi fà più rabbia, che nessuno o pochi stanno protestando contro questa folle decisione, o quanto meno manifestare un'indignazione generale, niente di tutto ciò, diceva bene M.L.King, “Più che per la repressione, soffro per il silenzio del mondo.”
Forse perchè in questa mattanza sono coinvolti drogati, considerati dalla maggioranza: " la feccia della società" e quindi non fanno notizia, d'altronde è più facile eliminarli che provvedere ad un'eventuale recupero. La maggioranza della popolazione la pensa come il suo presidente, e mi è venuta spontanea questa affermazione: all'anima  del paese con il 75% di cattolici/cristiani, dico ma lquale Vangelo è praticato in questo paese? Ho i miei dubbi, e dico: Voi potenti del mondo fermate questa mattanza di giovani che per qualche motivo son finiti in questo inferno chiamato Droga, e che hanno bisogno di qualcuno che gli tende una mano per aiutarli, e non un colpo di pistola che lo uccida, pensando al grande dolore che stanno patendo tanti genitori e familiari."

0 commenti:

Posta un commento