BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

sabato 1 ottobre 2016

SEMPLICEMENTE RENATO

Rispondere alla domanda "chi è Renato Zero?" non è facile, visto che ci troviamo dinanzi a uno dei mostri sacri della canzone italiana, ma possiamo scoprire tante curiosità sul cantante approfondendo la sua biografia e a ciò che di lui si conosce della sua vita privata,



Il vero nome di Renato Zero è Renato Fiacchini e nella sua lunghissima carriera, iniziata nel 1965, non è stato soltanto un cantautore, ma anche showman, ballerino, attore e, infine, produttore discografico; negli anni gli sono state riconosciute diverse doti oltre al talento per la musica, perché nei suoi spettacoli, soprattutto agli inizi, si è sempre dimostrato un trascinatore e non si è mai preoccupato di ciò che la gente potesse pensar di lui.

Di sicuro ci troviamo davanti a uno dei cantanti più popolari e amati d'Italia, conosciuto da tutti anche come il Re dei Sorcini e senz'altro degno di stima da parte di tutti, almeno per l'importante contributo che, assieme a pezzi forti della musica, come Loredana Bertè, ha apportato al panorama artistico nazionale. Vediamo subito i dettagli biografici sul suo conto.

Romano di Roma, è nato da mamma Ada, infermiera, e papà Domenico, un poliziotto; ha tre sorelle, un fratello che lavora con lui, Giampiero, ed è cresciuto per i primi 11 anni della sua vita nel centro della Capitale, in via Ripetta, e poi in periferia, nel quartiere della Montagnola. La sua infanzia è stata segnata anche da una malattia che lo colpì appena nato, quando per una forma di anemia emolitica fu necessaria una trasfusione completa del sangue. Si iscrisse all'Istituto di Stato per la cinematografia e la televisione Rossellini, che però lasciò al terzo anno per dedicarsi completamente alle sue passioni: musica, danza, canto e recitazione.


Così, iniziò a esibirsi nei locali romani travestendosi e indossando costumi di scena ricchi di lustrini e pailettes, cosa che per lui rappresentava una sfida a chi diceva che valesse zero, che divenne il suo pseudonimo. A soli 14 anni firmò il suo primo contratto al Ciak di Roma e venne notato da Don Lurio, entrando poi a far parte del corpo di ballo degli spettacoli di Rita Pavone. Risale agli inizi della sua carriera la nascita della grande amicizia con Loredana Bertè e Mia Martini, con cui ha anche collaborato dal punto di vista artistico, mentre nel 1967 incise il suo primo 45 giri, Non basta sai; nel 1973, invece, il primo album intitolato No! Mamma, no!.

SEMPLICEMENTE RENATO GRAZIE PER LE EMOZIONI CHE CI DAI TUTTI I GIORNI

E CHE CI CONTINUERAI A DARE GRAZIE RENATO

0 commenti:

Posta un commento