BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 15 settembre 2016

Morire a 31 anni: Tiziana

Quando leggi che una giovane donna si uccide perchè un video hard girava a sua insaputa in internet, dentro ti senti mortificata.
Un gesto leggero si è trasformato in un ondata di odio, disprezzo e dolore.

Nella nostra società sono continui i riferimenti sessuali, ma sempre con gli uomini in bella mostra, perchè evidentemente dev'essere così.
Lo ha deciso il medioevo o la chiesa.

Se sei un ragazzo che rimorchia tante ragazze sei un vero "fico", ma se sei una ragazza che rimorchia tanti ragazzi sei una "puttana".

Se sei una ragazza brutta che si veste appariscente verrai derisa, se sei una bella che decide di mettersi in tiro per una sera, sei una facile, una sgualdrina che la sbatte in faccia.
Ecco perchè per molti uomini a seconda di come ti vesti meriti o meno anche lo strupro.
Se sei una donna che ama fare del sesso evidentemente sei un pessimo soggetto, ma se sei un uomo che si vanta delle proprie prestazioni sessuali sei uno da imitare.

Funziona da sempre così, anche se non ho capito il motivo.
A quanto sembra il sesso lo fanno tutti, quindi dev'essere una buona cosa, dev'essere anche divertente, altrimenti il gioco sarebbe fine a se stesso.

Per quanto mi riguarda spesso anche nei veri e propri filmati porno, c'è una lampante disparità, fra colleghi uomini e colleghe donne.
Sembra sempre (diciamo il più delle volte) che mentre questi poveri ragazzi si impegnano a soddisfare questa donna lei, dal canto suo è inarrestabile..
Della serie: l'uomo, povero, si deve impegnare a soddisfare questa ninfomane fino allo stregua delle sue stesse forze.
(Ma qualcuno ci crede?... forse solo gli impotenti che vorrebbe poter avere di questi problemi.)

Mi dispiace, ma sottobanco ci sono, nella realtà, uomini incapaci, uomini che non sanno proprio farlo il sesso, convinti che la donna sia solo un buco dove infilarsi per cinque minuti. Forse sono questo genere di uomini che alla fine decidono di umiliare una donna, che invece credeva solo di divertirsi.

Non è infatti un caso che moltissimi Serial Killer si sono dimostrati impotenti o con disturbi della sessualità, ed ovvimanete per loro era normale sfogare la frustrazione sulle donne.

Si parla tanto di prevenzione, si parla tanto di libertà, si parla di accettazione, si parla, ma forse si fa solo questo.
Ad oggi i fatti sono chiari, dopo aver cambiato nome, città, dopo aver preso provvedimenti legali alla fine questa donna si è arresa lo stesso.
Avrà pensato che sarebbe stata per sempre rinchiusa dentro quei filmini, ed ha deciso di chiudere lei il sipario sulla sua vita.

Non lo accetto, perchè ho visto ragazzi vantarsi di andare a prostitute, perchè ho visto ragazzi mettere le corna alla loro fidanzata solo per il gusto di provarci con un'altra donna, gente che poi non si risparmia in batture sessiste.
Mi viene da vomitare, piccoli uomini che, credono di governare il mondo, con i soldi e spesso umiliando le donne, le stesse che poi si devono portare a letto per dimostrare di essere "uomini veri".
Io direi che solo per questo vi dovrebbero dare la psicologa di sostegno... a vita.

Tiziana, ti avrei voluto dire "fregatene" la tua persona non termina dentro quei filmini, non si esaurisce dentro la cattiveria di chi ti ha tradita. Fatti la tua vita, perchè non è questo che decide se sei o meno una cattiva persona. Ci mancherebbe.

Abbiamo madri che uccidono i figli, padri che ci provano con ragazze che potrebbero essere le loro figlie, preti pedofili che insegnano la morale, gente che decide le guerre di un mondo intero e noi, cosa stiamo a guardare?
Una ragazza che ha fatto sesso?

Cosa posso dire, spero vivamente che la Magistratura punisca tutti quelli che hanno contribuito a simile orrore, punisca con estrema durezza tutte quelle persone, che si sono fatte una risata su questa storia, mentre una giovane donna, giorno dopo giorno si consumava nel dolore e nella vergogna.

Ma come si può morire così?


0 commenti:

Posta un commento