BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 21 settembre 2016

Le parole di un grande attore ( Francesco Nuti)

" Il nome di un personaggio è qualcosa a cui ci si sente sempre un pò legati. " Aforismi di Francesco Nuti.

" Avevo un anno giù di li e nel mio lettino feci la pipì. La mia mamma si inquietò e di sculacciate mi caricò. Tutta la notte per quelle botte piansi e piansi come un matto. Tutta la notte per quella pipì in tutto il palazzo nessuno dormì. " ( tratto da una canzone che Francesco Nuti cantava agli inizi nel cabaret)


" E ma questa Rai la paga..questa volta la Rai la paga! " ( Sul finire degli anni settanta Francesco Nuti entra a far parte del gruppo cabarettistico dei Giancattivi, già formato da Alessandro Benvenuti e Athina Cenci )

Francesco Nuti : " Oh Madonna benedetta e santa. "
La mamma : " Guai a te se ti sento di nuovo bestemmiare. "
Francesco : " Ma ho detto benedetta e santa. "
La mamma : " E' Dio Buono dove l'ho metti. " ( Ad Ovest di Paperino, primo film dei Giancattivi. )

" Te che fai nella vita? Io porto a spasso il cane. Io porto a spasso i bambini. E te? Io porto a spasso Sant'Antonio di Padova. Perchè? E che ne so. " ( Monologo di Francesco Nuti nel film Ad Ovest di Paperino)

Don Vincenzo : " Antonio, mi ha telefonato tua madre, eravamo preoccupati. Ma che piacere mi fa vederti, ma che bella sorpresa. Non ci si vede dal tempo delle gite. Antonio, non ti sarai allontanato anche tu. Sai in questi tempi si allontanano in tanti. Io capisco sai uno vuole vedere, cercare...vedrai i grandi valori. Dai tempo al tempo. E la mamma come sta? "

Francesco interpreta Antonio : " Sta bene la mamma. Senta Don Vincenzo c'è mio fratello.."
Don Vincenzo : " Ma come è buona la vostra mamma, che creatura gentile e quanti sacrifici ha fatto per voi. Certo voi dovete fare i sacrifici anche per lei. Ricordati Antonio, Gesù come era devoto alla mamma. E la nonna? "
Antonio : " La nonna sta bene. Senta Don Vincenzo ci sarebbe mio fratello..."
Don Vincenzo : " La nonna ma come era simpatica, io me la ricordo sempre in gamba, sempre lucida. E il papà? "
Antonio : " Bene sempre bene. Senta Don Vincenzo ci sarebbe.."
Don Vincenzo : " Ecco il papà me lo ricordo un pò di meno perchè me ne parlava sempre la mamma. E la sorella? Era la più grande, si sarà sposata anche lei. Che bella famiglia. Complimenti. "
Antonio : " Perchè siamo io, il mio babbo, la mi mamma e siamo 3. La mi nonna quattro..la mi sorella? Da quando? " ( Scena del film Ad Ovest Di Paperino, Don Vincenzo confonde Francesco Nuti con un altro fedele. )

" Puppe a pera, tu t'hai le puppe a pera, pera pera pera..." ( Francesco Nuti canta nel film Madonna che silenzio c'è stasera)

Mamma di Francesco : " Francesco, ricordati: di mamme ce n'è una sola. "
Francesco : " Meno male! Dimmi te se ne avevo cinque o sei! " ( tratto dal Madonna che silenzio c'è stasera)

Francesco : " Ah, Maria. Beh, Maria m'ha lasciato... perché a un certo punto l'orno deve piglia' la sua decisione. E io ho deciso, cioè ho deciso che lei mi lasciasse. Le ho detto: "Lasciami!". E lei m'ha lasciato. M'ha lasciato, però l'ho deciso io. " ( dal film Madonna che silenzio c'è stasera)

Barista : " Chi tace acconsente.."
Francesco : " Chi tace sta zitto. " ( dal film Madonna che silenzio c'è stasera)

Francesco Nuti rivolgendosi a Barbara De Sio : " Lo sai a chi assomigli te quando tu c’hai il sassofono in braccio? A quel negro di colore, quello beige. " ( dal film Io, Chiara e Lo Scuro )

" Vede, pescatore... L'importante è vincere: che me ne frega a me di partecipare? Sai che ti dico, pescatore? Che c'è sempre qualcuno che vince, ed è uno solo: gli altri cinque miliardi di bischeri pensano di aver vinto solamente per il fatto che hanno partecipato. Col cazzo. " ( Francesco Nuti, sconfitto al torneo di biliardo, al pescatore Ricky Tognazzi nel film Io, Chiara e Lo Scuro)

" Ma i pesci trombano? " ( Francesco Nuti nel film Sono Contento)

«Non ho mai vissuto per il successo. Sono un artista. Amo comunicare con il pubblico, emozionare. Il resto non conta.» ( Francesco Nuti)

" Ho perso perchè era a far l'amore nel deserto " ( Francesco Nuti nel film Casablanca Casablanca)

" e se loro mangiano la locomotiva?......noi zitti zitti si mangia la bicicletta di Fausto Coppi.. " ( dal film Tutta Colpa del Paradiso)

" Mario!! Come è lui? È alto. Ma lo conosci? No, però è alto!! " ( dal film Tutta Colpa del Paradiso)

" La mortadella è buonissima, non c’è niente da fare, è proprio buona. La mortadella è comunista. Il salame socialista. Il prosciutto è democristiano. La coppa…liberale. Le salcicce, repubblicane. Il prosciutto cotto è fascista! " ( Francesco Nuti si mangia un panino con Antonio Petrocelli nel film Caruso Pascoski di padre polacco )

" Giuliaaaa!!!!!...Vogliamo finirla così e allora finiamola così....bam bam bam....(pistola a salve)...allora capì di averla persa per sempre…" ( Francesco Nuti vuole ammazzare la moglie e il suo amante omosessuale… .ma non si accorge di avere una pistola giocattolo, dal film Caruso Pascoski di padre polacco)

" Abbracciami e baciami. " ( dal film Willy Signori e vengo da lontano)

" “Coppia 27/34 enne pulita, educata, cerca coppia giovane, inesperta, amante clisteri, falli artificiali, fruste e sculacciate”. No, questi ci fanno male…" ( Francesco Nuti legge alla moglie Carole Bouquet alcuni annunci di scambio di coppie nel film Donne con le gonne)

" ”Giovane coppia trentenne esperta con lei mora, alta, bellissima e veramente porca e lui biondo, gentile, raffinato, minidotato, disposto solo a guardare”. Questa mi sembra proprio…no? " ( nel film Donne Con le Gonne)

" Io cominciai a 17 anni, nel '76 dissi a mio babbo barbiere, dissi VOGLIO FARE L'ATTORE. E lui disse TU SEI PAZZO. Giustamente no? Poi io ho una mamma calabrese quindi molto marescialla. Io sono molto orgoglioso di essere toscano e calabrese. Io mi sento un cane sciolto scappato dal canile senza museruola però il mi babbo mi disse IO TI DO 10 ANNI SE ENTRO 10 ANNI NON FAI QUALCOSA E NON HAI SUCCESSO, TORNI A CASA. Io feci il programma NON STOP, feci alcuni film, poi tirai fuori una stecca e feci IO, CHIARA E L'OSCURO e con quello vinsi il David di Donatello e tanti altri premi. " ( Francesco Nuti)

«La solitudine è un tema portante di tutti i miei film. Amo molto la solitudine e la cerco, per questo poi si riflette nei miei lavori.» ( Francesco Nuti)

" Mi fido della mia troupe quelli storici poi mi fido di mio fratello, medico e musicista. L'alcolismo non è un vizio, è una malattia. Quando l'alcolismo ti prende la mano, il cuore, la testa e le vene, purtroppo la maschera che tu hai non è quella che il pubblico riconosce. " ( Francesco Nuti)


" Ho voglia di tornare a correre e urlare il mio nome al cielo.." ( Francesco Nuti)

LETTERA DI FRANCESCO NUTI letta durante il programma I FATTI VOSTI. Lettera dedicata a tutti fan :
" Cari amici,
ho vissuto nel mio percorso due mondi estremamente diversi dei quali al momento non vorrei parlare...magari..forse lo farò in futuro. Finalmente mi sento bene...il mio obiettivo primario è quello di ricostruire me stesso e tornare fra di voi quanto prima : per ora non mi sento tanto forte come vorrei...ma sto recuperando. Mi sono rimesso a lavorare, non ci crederete ma ho smesso di fare il vagabondo..
Dopo l'intermezzo come musicista nel recente Cd " Le note di Cecco " mi rivredete come regista nelle due opere che ho nel cassetto. Vorrei cogliere l'occasione di ringraziare tutti, familiari, colleghi ed amici che mi sono stati in questi anni..e invece tirare le orecchie a quei colleghi che tendono ad usare il mio nome e non sempre me ne è chiaro lo scopo.
Passiamo alle cose serie : donne preparatevi, i sensi stanno tornando e saranno guai per chi non ha avuto concorrenza in questi anni...
GINEVRA, sto scherzando, l'unico " pezzetto di donna " alla quale tengo sei tu, sono " guarito " e presto ti sarò vicino. Un abbraccio a tutti. " Francesco Nuti.

Francesco Nuti : " Ora vi canterò una canzone per una persona a cui tengo moltissimo, è alta 1.06 si chiama Ginevra ed è la mia figliola. La canzone si chiama SARA' PER TE.

" E se il tempo passa, sarà per te.
E se non è mai presto, sarà per te.
Se ho sbagliato e ho riprovato sarà per te…
Se quando sono solo ho paura, ho paura a stare con te…
E se qualcosa resta, sarà per te.
E se un sogno resta, sarà per te.
Se adesso sto cercando di capirti fino in fondo
E non mi accorgo che rimango troppo solo in mezzo al mondo,
Ma quando son sereno io non posso fare a meno
Di pensare “mamma mia, che fortuna che ci sia!”

Sarà, sarà, sarà, sarà per te!
Tutto quello che è stato sarà per te!
Adesso vieni fuori che io mica ti conosco,
O forse lascia stare che mi sembra ancora presto…

E se il cuore batte, sarà per te.
E se mi sento forte, sarà per te.
E adesso nel silenzio io ti prenderei per mano
E con un bacio raccontarti che mi manchi…e…mi manchi!

Sarà, sarà, sarà, sarà per te!
Tutto quello che è stato sarà per te!
Adesso vieni fuori che io mica ti conosco,
O forse lascia stare che mi sembra ancora presto…"

DEDICO QUESTO ARTICOLO A TE FRANCESCO, L'UNICA COSA CHE NOI POSSIAMO FARE PER TE E' RICORDARE A TUTTI QUELLI CHE TU HAI FATTO NEL CINEMA, NELLA TELEVISIONE E NELLA MUSICA.


0 commenti:

Posta un commento