BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 20 settembre 2016

GFVIP: Ancora soldi ai soldi.

Non lo sapevo, scusate, ma il Grande Fratello ancora continua; la prima edizione me la ricordo che ero veramente una bambina, e pensavo, ironicamente, che simile orrore alla fine avesso trovato il giusto capolinea.
Mi sbagliavo.
Io vivo di errori, di errate supposizioni sul Q.I. della gente.
Una vita votata al sogno, la mia.

A peggiorare le cose, vedo che adesso c'è anche la questione che ci saranno delle persono famose, non più gente senza ne arte ne parte, o gente che cercava solo di mettersi in mostra, o gente che voleva solo fare sesso in televisione, senza girare un porno.



Non mi stupisco, perchè siamo abituati a simili situazioni, esiste da anni l'Isola dei Famosi, dove abbiamo potutto vedere nel corso del tempo le più raccapriccianti storie.
Siamo sempre davanti allo stesso brodo: lei è tettona e stupida lui ci prova perchè si sente figo.
Lei è intelligente e bruttarella, allora la odiano tutti.
Lei è stupida e bruttarella è la buffona dell'isola, amata dalle donne (perchè non è una minaccia) e trattata come un cagnolino dagli uomini.
Oppure..
Lui è ritardato e tatuato, si sente in dovere di citare filosofi e storici famosi, perchè fa molto grounge style
Lui è vecchio e evidentemente poco dotato, vanta un passato da grande conquistatore provandoci con le carine dell'isola.
Lui è vecchio e tinto, allora piangerà in pubblico in preda a crisi di nervi.

Insomma chi più ne ha più ne metta.

Adesso, come se tutto questo non ci fosse bastato, arriva anche il GF a ricordarcelo.
Non solo abbiamo la vita della gente famosa spiattellato sui peggio giornali delle edicole, con foto ed interviste ridicole, dove tutti si confessano "privatamente". 
Adesso bisogna anche assistere ai loro drammi in televisione.
Ma per questo non c'erano già Maria de Filippi e Barbara D'Urso?

Scusate, ma io da anni non ho la televisione, da internet riesco a vedere tutto quello che mi interessa, come un documentario o i programmi di Lucarelli, quindi non sento la necessità di assistere a simile orrore, considero ormai la televisione un vero insulto all'intelligenza comune.

Abbiamo esclusivamente programmi che parlano di nulla, e telegionarli che spesso si occupano solo di calcio (neanche di sport) e veline sorridenti della loro pochezza.

I nome dei concorrenti sono noti a tutti ormai, e mi sembra di vedere sempre le stesse persone, ormai pronte a prostituirsi a tutto pur di guadagnare, come se ne avessero bisogno. Ecco dunque gente del calibro di Valeria Marini e Pamela Prati, (la deprecazione si chiamava Bagaglino) ed ancora,   Costantino Vitagliano che, mi faceva senso anche dieci anni fa, quando "sto fenomeno" uscì dal baraccone della De Filippi.
Addiruttura Antonella Mosetti che, si porta dietro anche la figlia, perchè certo portarla a teatro o a vedere un mostra non valeva la stessa soddisfazione.
Presenta la Blasi, aiutata da Signorini: direi che abbiamo la giliegia sulla torta, la panna, la perlina ed anche i riflettori.

Io oltre non mi pronuncio.

Voglio solo domandare una cosa a tutti le persone che invece hanno visto questo orrore:
Perchè?
Come fate a sedervi sul divano o a tavola con la vostra famiglia, ed accendendo la televisione decidere, che questo è il genere di programma che vi piace, cosa ci trovate?
La gente che state guardando, magari su una televisione presa a rate è gente che si fa le vacanze in Sardegna, con barche, case, ville; gente che vive la sua vita sulla vostra miseria, su tutto quello che voi non avete e che non potete permettervi.
Come potete, anche solo per un minuto, ascoltare gentaglia simile lamentarsi di qualcosa? Quando hanno monopolizzato una televisione nazionale con i loro programmi ruspa soldi, dove si giostrano come scimmie al circo?

Perchè non accendete la televisione e vedete un film? un bel film? uno di quelli di Alfred Hitchcock, perchè non vedete programmi come Report, come Un giorno in Pretura? Perchè non vedete i documentari di Superquark? Non vi piace parlare di natura? Archittetura? Antropologia? Arte? Storia?
Non significano nulla per voi?
Possibile che la vostra risposta al tracollo sociale sia quella di guardare le persone che sono alla base di questo degrado?

Orwell scirsse 1984 mettendo in guardia le persone, chiedendo loro di fare attenzione, di difendere la loro vita privata, di difendere la libertà, di poter decidere, di poter parlare, di poter vivere, senza che qualcuno ci dica come e dove farlo, senza che nessuno ci punisca se cerchiamo di far valere i nostri diritti..
Ma lo avete letto?
Ma lo avete capito il messaggio di questo libro?
Se accendete la TV e questi sono i programmi che guardate, non lo avete letto, non lo avete capito... o peggio.. lo avete tradito.

0 commenti:

Posta un commento