BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

domenica 10 luglio 2016

LETTERA APERTA PER UN AMICO

Lettera ad un amico che…

Da pochi minuti ho appreso una tristissima notizia: non ci sei più!!!
Che bruttissima sensazione, che morsa allo stomaco, che schiaffo in pieno viso…che senso di vuoto!
Ti conoscevo da più di un anno, da subito era scattata una forte empatia…e rimando indietro il tempo come in una moviola..quante chiacchierate interessanti, quante risate, quante volte mi hai dato consigli, conforto, appoggio. Tu, che ti autodefinivi burbero, eri la persona più disponibile e affettuosa che potesse esserci.
Parlare con te era bellissimo…ti ricordi quando ti dicevo: “ unni ti si tocca soni!”( dove ti si tocca suoni è un modo dialettale siculo per dire : intendersi di tutto).

Non c’era argomento di cui non parlavi con cognizione di causa e con appropriatezza di notizie, non eri mai un ciarlatano. Spesso rimanevo come i bambini con l’espressione stupita e incantata ai tuoi racconti, alle tue esperienze di vita ed era bellissimo lasciarsi trasportare in atmosfere lontane e sconosciute.
Viaggiavano i nostri discorsi sulle stesse onde, ci infervoravamo, ci indignavamo, ci arrabbiavamo, e allo stesso modo sorridevamo, e ci esaltavamo per le stesse cose, anche se il taglio che davamo ai nostri discorsi era diverso: tu Cartesiano  inossidabile, io un po’ più idealista. Ma riuscivamo sempre con una tale facilità a dirci: ti voglio bene!
Poi c’erano anche i discorsi più personali, le malattie,  i sospetti, le paure, i progressi, le speranze…anche questo terreno ci trovava compagni di viaggio.
E c’era pure la spensieratezza, la leggerezza… le barzellette, i giochi, i tornei e le coppe vinte da tua moglie …tutti i films che mi hai regalato.
E adesso…mi piacerebbe pensarti nel posto più bello che c’è…su una stella, in un bosco, su un’alta vetta delle Ande, su una barca a vela nel mare più blu, su un’isola selvaggia…di sicuro sei nei pensieri di chi ti ha conosciuto, voluto bene e apprezzato.
S’incontrano milioni di persone nella vita…ma alcune lasciano un’impronta speciale.
E non mi si venga a dire che Eldy  è una realtà virtuale, dove tutto è finzione, che basta spegnere il pc e tutto svanisce…per me non è affatto così, con molte persone il rapporto è vero, autentico…come autentico e reale il dolore che sto provando.
Ciao Antonio, ciao amico mio..ti voglio bene, dal cuore e con il cuore! Sono sicura ti arriverà.
Vera- Semplice

Un..BUON VIAGGIO A TE E…UN FORTE  ABBRACCIO alla tua famiglia anche da tutta la “banda di  Incontriamoci”

Aggiungo un “desiderio” formulato da Natalina

Natalina ha espresso il desiderio di rivolgere  un caro saluto ad Antonio che ha intrapreso questo “lungo viaggio” e allo stesso tempo vuole esprimere il suo cordoglio alla famiglia; lo fa con alcuni pensieri di Sant’Agostino.

-Non si perdono mai coloro che amiamo, perché possiamo amarli in colui che non si può perdere.

-Non rattristiamoci di aver perso una persona cara, ma ringraziamo di averla avuta.

 -Non piangete la sua assenza, sentitevi vicino e parlategli ancora. Vi amerà dal cielo come vi ha amati sulla terra.

 -Coloro che ci hanno lasciati non sono degli assenti, sono solo degli invisibili: tengono i loro occhi pieni di gloria puntati nei nostri pieni di lacrime.

0 commenti:

Posta un commento