BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 29 giugno 2016

Cresce...... la bolletta di luce e gas

Cattive notizie per gli italiani, che da luglio vedranno aumentare le bollette di luce e gas. Dopo i ribassi avuti nei primi due trimestri dell'anno, l'Autorità dell'energia elettrica ha, infatti, stabilito che dal primo luglio ci sarà una aumento del 4,3% per la luce e del 1,9% relativamente al gas. 


Ma come viene deciso, in sostanza, il prezzo? Per quanto riguarda l'energia, influisce molto la componente approvvigionamento, che segue due elementi importanti: 1) le stime riviste al rialzo per i costi di acquisto della materia prima nel secondo semestre; 2) la forte crescita dei costi di dispacciamento, sostenuti dal gestore della rete, Terna, per mantenere in stabile il sistema elettrico. Per il gas, invece, incide una piccola crescita della componente materia prima, cui si aggiunge un lieve adeguamento della componente di distribuzione e misura.


E dire che il governo aveva intestato alla propria “lungimirante azione” i due precedenti ritocchi trimestrali, al ribasso, per le medesime bollette.



L’Autorità per l’Energia ha dato ieri il ferale annuncio: “Dopo i ribassi nei primi due trimestri dell’anno, dal prossimo primo luglio saranno in crescita le bollette dell’energia nel terzo trimestre 2016. Per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità registrerà un aumento del 4,3%, mentre per il gas l’aggiustamento sarà dell’1,9%. Nonostante l’adeguamento, il risparmio complessivo nei 12 mesi dell’anno ‘scorrevole’ rimane di oltre 70 euro”.

Si nota fin nei dettagli la cura con cui “l’Autorità” confeziona il suo comunicato per ribadire che, nonostante questi aumenti, comunque pagheremo un po’ meno di un anno fa (quando il pezzo del greggio era a 63 dollari contro gli attuali 50); quindi per non smentire troppo seccamente un governo che si intesta cali di prezzo dei mercati internazionali (su cui ha zero influenza) e grida al destino cinico e baro (oltre che alla propria innocenza) quando accade il contrario.

Seguono una lunga serie di calcoli che lasciano il tempo che trovano: “per l’elettricità, la spesa della famiglia-tipo nei 12 mesi sarà di circa 503 euro, con un calo del -0,6% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 3 euro. Per il gas la spesa della famiglia tipo nello stesso periodo sarà di 1.068 euro, con una riduzione del -5,9%, corrispondente a un risparmio di 67 euro”.

Da sottolineare come non si parli della spesa in più rispetto alle tariffe ancora in vigore, ma della spesa in meno rispetto… a un anno fa. Piccoli trucchi da uscieri della comunicazione… 
I consumatori non hanno digerito questa notizia, denunciando le troppe speculazioni del mercato del dispacciamento e chiedendo, perciò, un intervento netto del Governo.

0 commenti:

Posta un commento