BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 23 giugno 2016

CONFINI

Sono passati anni dalla maturità, troppi in un senso o nell'altro che sia.
Ricordi quelle giornate per tutta la vita, i ricordi di tutto il liceo, quello che eri.
Questa volta una delle tracce è proprio il titolo del mio ariticolo;forse sarei stata indecisa anche su Umbero Eco, ma ho già dato il mio omaggio al grande scrittore, quando purtroppo ci ha lasciti.



Il mondo è rotondo, in qualsiasi modo lo si osservi, alla fine gli occhi sembrano non contenerlo tutto quanto, lo possono solo osservare, dalla loro prospettiva, cercare di capire da che parte ruota.
Puoi vedere il cielo che ricade sulle montagne e i vulcani che nascono dal mare, alberi lungo tutto l'orizzonte ed alcune volte, non riesci veramente a capire dove termina la terra ed iniziano le nuvole.

Sul mondo vivono miliardi di persone, di colore e credo diversi, alcuni vivono a Nord, altri a Sud, alcuni ad Ovest ed alti ad Est, abbiamo popolato tutto, sforzandoci di arrivare sulle vette più alte, di nuotare fra gli abissi più profondi ad alcuni come Angelo D'Arrigo hanno anche volato.

Siamo circodati da cose meravigliose, l'arte della cucina, per dirne una, che stabilisce anche l'identità di un popolo intero; andate a dirlo agli Italiani all'estero, sono sicura che tutti vantano la cucina migliore del mondo, e credo sia vero, un patrimonio di conoscenze che si rispecchia sul territorio, sulle singole regioni;  nelle sue cento e cento ricette, motivo per cui siamo famosi in tutto il mondo.
Il cinema ci ha regalato dei film bellissimi: che sia il Francesce Vivre sa vie  di Godard, l'Americano Forrest Gump, i il Giapponese Cane Randagio di Kurosawa.

Abbiamo l'arte in ogni sua forma, dalle magnifiche architetture di Roma, fino a quelle dei giardini di Kyoto, dalle bellezze di Londra fino a città del Cairo, all'ombra del Nilo.
Studiando ci rendiamo perfettamente conto di tutto questo, studiano ci rendiamo perfettamente conto che ogni singola differenza è un dono, una curiosità, una bellezza aggiuntiva da lasciare su questa terra.

Sono piccole sfumature, entrare dentro un negozio e notare all'ingresso l'occhio di Allah, nel suo blu mare, impareggiabile portfurtuna; oppure camminare e vedere un balcone pieno di Bonsai nei loro vasi di coccio; girarsi a vedere una donna etiope indossare vesti coloratissime che, le mettono in risalto il viso; ed ancora bere una birra con la musica irlandese di sottofondo.

In una vita come questa i confini io non li trovo, non li vedo, e se mai ne trovassi sarebbro solo un modo fittizio, contorto che hanno gli altri di allontanare le persone dalla cultura, e da tutte le bellezze del mondo.

Confine, sembra quasi un Insulto all'intelligenza umana, non trovate?

Moltissimi diranno che servono le proprietà private, che le case devono avere le porte chiuse per difenderci, che rischiamo di farci portare via tutto quanto, se permettiamo che "genti diverse" entriano nel nostro quotidiano.
Moltissimi dicono e pensano questi orrori.

Noi non ci difendiamo dalla culture, noi ci difendiamo dal singolo essere umano, ci difendiamo dal singolo reato, ci proteggiamo dal singolo errore, non dai popoli, ma dagli errori di un singolo individuo che, li ha comessi non in nome della sua città natale.
Inoltre dire proprietà privata, che significa? in un mondo di rispetto reciproco il vicino saprebbe che dove abito è casa mia, o che quella sotto il portone è la mia macchina..no?
Forse per proprietà privata si intende quando, ad esempio compro una casa dalla banca?
Quando cioè la banca si fa pagare per darmi qualcosa fatta con il lavoro di altre persone, su cui ha appllicato delle tasse, facendo anche degli accordi commerciali con i grandi industriali che, spesso hanno agevolazioni fiscali?
Pensiamoci.

Siamo seri, ma veramente avete paura dei Rom? sono fra i 12 ed i 15 milioni in tutto il mondo, l'Italia è solo all'undicesimo posto per numero di gitani presenti sul territorio.
Volete dirmi che Rubano?
Volete dirmi che sono Sporchi?
Volete dirmi che stuprano le donne?
Alcuni rubano, come molti italiani, come molti uomini nel mondo, come ogni bravo ricco.
Alcuni sono sporchi, ma non venitemi a dire che gli italiani sono un popolo sempre impeccabile, perchè alcuni se si fanno una doccia a settimana è tanto; (sapete che ci si lava almeno una volta al giorno?)
Alcuni stuprano le donne? forse si, ma certamente se seguite le ricerche in tal senso, avrete anche notato che da anni, gli italiani sono ai primi posti per turismo sessuale minorile nel mondo; quindi dvremmo essere un popolo di pedofili.

Ci vogliono pochi secondi a denigrare un popolo, ci vuole molto più tempo a consiederare i popoli come ad un inseieme di esseri umani; allora sarà facile capire che le brave persone sono ovunque, così come le pessime.

Forse l'unico vero confine sono Io, e quello che sgelgo di abbracciare, di contenere, in che modo cerco di espandermi, di capire. Non voglio dire che accetto tutto, voglio anche dire che alcune cose non le capirò mai, come il massacro degli animali per la festà hindu o la mattanza degli agnelli per quella cattolica. Cerco semplicemente di trovare altro, cerco di vedere quanti attivisti Cinesi si battono per i diritti dei cani, non quelli che se ne nutrono, perchè di un popolo si devono prima di tutto conoscere le giuste battaglie.

Io scelgo di essere uno, nessuno, centomila.

W.O.

0 commenti:

Posta un commento