BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 30 maggio 2016

Femminicidio... ancora! perchè?

La cronaca del nostro paese ci rende partecipi dell'ennesimo delitto passionale, dell'ennesima donna uccisa da chi, diceva di amarla.
Sono notizie che ci lasciano sempre con l'amaro in bocca, ci rovinano la giornata perchè il mondo che conosciamo noi, con le sue regole, i suoi dogmi è stato violato.


Io non sono una femminista, anzi, sono molto spesso schierata con gli uomini, quando vedo donne manipolare i figli contro il padre, o madri abbandonare i loro bambini, o ancora, mogli che vivono di rendita sul lavoro del loro marito.
Divento quasi misogina quando vedo donne prostituirsi in televisione, quando le vedo scalare la vetta sociale nei modi più squallidi, arrivando a mascherare il loro orrore con il volto del perbenismo; occasioni bene note alla politica italiana.

Eppure, alla fine dei conti, ne ho incontrate di donne eccezionali, madri che hanno cresciuti i figli da sole, quando il marito se ne è andato, donne che fanno anche due lavori, se serve per la propria famiglia, ragazze che si sono buttate anima e copro negli studi, per raggiungere un sogno.

Sara è morta a 22 anni, bruciata viva, secondo quanto riportato ha cercato di chiedere aiuto, ma nessuno si è fermato. Certo, fra "Moglie e marito non bisogna mettere il dito".... ???
Ma il suo caso è solo l'ultimo, chi segue programmi come "chi l'ha visto?" oppure "amore criminale" oppure "blu notte" sa certamente che moltissime altre vittime hanno preceduto questa studentessa italiana.

Io credo che la colpa sia nel sistema, ma anche nelle donne, che forse alcune volte lasciano troppo correre, che alcune giorni dimenticano che ogni essere umano ha diritto di vivere una vita serena, felice.
Più esseri umani e meno donne stereotipate!

Una relazione inizia quando c'è rispetto reciproco e termina quando questo finisce, quando l'incolumità dell'altra persona viene meno.

Un uomo che rispetta la sua donna la aiuta nelle faccende di casa, anche se lavora;
Un uomo che rispetta la sua donna non le mette mai le mani a dosso;

Un uomo che rispetta la sua donna non la tratta come una domestica;
Un uomo che rispetta la sua donna parla con lei, si confronta con lei, prende tutte le decisioni insieme;
Un uomo che rispetta la sua donna vuole saperla felice, realizza;
Un uomo che rispetta la sua donna si prende cura di lei, quando si ammala;
Un uomo che rispetta la sua donna cresce con lei i loro figli;
Un uomo che rispetta la sua donna è anche un bravo padre;
Un uomo che rispetta la sua donna deve essere anche coraggioso.

Uomo che manchi di queste cose dovrebbe essere subito allontanato, subito messo fuori dalla vita di ogni donna, perchè non si può sbagliare quando si sta scegliendo per la vita.

Credo che non sia un'utopia, perchè io sono cresciuta con padre che è tutte queste cose.
Lavora duramente (come mia madre), è sempre stato un padre presente, aiutando noi figli e sua moglie ogni volta, molte volte funambolo fra impegni e promesse da mantenere, non si è mai tirato indietro.

Sono stata cresciuta con determinati principi, esempi, valori, quindi non permetterei mai che mi si manchi di rispetto, non permetterei mai ad un altra persona di trattarmi con deferenza, perchè chi mi ha cresciuta così, non mi ha trattato mai. Mi aspetto dunque, lo stesso rispetto dal mio compagno, perchè in caso contrario non sarebbe il mio compagno, non sarebbe la persona con cui mi addormento, la persona con cui voglio dei figli.

Ci saranno sempre delitti, omicidi, casi di cronaca nera che, resteranno nella storia del nostro paese, ma prima di tutto sta a noi Donne, saper valutare, sapere scegliere e saper allontanare, non confondere le briciole con l'amore, la violenza con la gelosia.

Sin ben chiaro, non mi interessa il Principe Azzurro, grazie mille, mi salvo da sola! 
Quello che voglio dire è che, nei rapporti dove tutto sembra complicato, difficile, ardimentoso, devono esserci invece dei punti chiari, cristallini, e bisogna avere la libertà ed anche la spavalderia di vivere la propria vita, come si vuole.
Per questo l'amore dovrebbe essere solo un completamento e la persona che abbiamo vicino, dovrebbe esserci familiare, dovremmo rivedere in lei i nostri sogni, le nostre lotte, la nostra prospettiva di vita.
In Amore, non c'è nulla di complicato, ci sono solo le difficoltà della vita da affrontare insieme.



0 commenti:

Posta un commento