BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 23 marzo 2016

... tre file, libri in formazione colonna, librerie gemelle,libri che vivono ogni angolo o ripiano della casa.


Libri in tre file, libri in formazione colonna, tre librerie gemelle..e libri che vivono ogni angolo o ripiano della casa.

Socrate: " Sapere rende liberi ". Si tratta di una di quelle frasi che non perderanno mai attualità, in teoria, nella pratica si..il sapere è diventato un piccolo contenitore di nozioni accavallate, di frasi rubate, di assenza di personalità..il sapere oggi è più spinto verso un sapere più del vizio..del morboso..allora si ..si scatena l'interesse, sotto molti punti di vista.

Perchè non c'è più la ricerca vera di cultura? A parte una scuola mandata a ramengo, a parte un disinteresse proprio delle famiglie verso la cultura, perder tempo a sfogliare? Perchè? C'è quindi questa spicciola cultura o sotto cultura di tutti bravi, del copiare, del fare la settimana enigmistica utilizzando il web...non si pensa più, in cambio si sta ore davanti ad uno schermo a rubacchiare idee ,pensieri.
La memoria è a breve termine.

La cultura intesa come conoscenza? No oggi la conoscenza importa poco..l'importante è non dire nulla ma scrivere tanto..scrivere tanto ..internet aiuta..tutto comunque è poi molto impersonale..un già visto..noioso..pieno di approfondimenti che ..hanno del vago però..questa è la cultura oggi. La cultura delle tesi di laurea copiate sempre da questo web..un mondo virtuale che sa tutto e sa di tutto..che ti propina tutto ciò che vuole ed essendo ormai privi di un cervello allenato crediamo a qualunque corbelleria...tanto da farla diventare vera...arma molto utilizzata dalla politica..ognuno racconta le fandonie che vuole e su chi vuole..distraendoci da delle realtà molto gravi ..seminando e sparpagliando notizie come si vuole e dando notizie a chi si vuole..si c'è anche questo far passare messaggi.una sorta di piccione viaggiatore moderno. ..

La non cultura che si maschera in frasi roboanti, termini che fino a quando c'era la cultura classica, c'erano le librerie che erano librerie..oggi salotti letterari..per favore....non prendiamoci in giro..termini dicevo che non si usavano nel comune linguaggio , oggi con sinonimi e contrari, wikipedia mamma mia quanto si è tutti bravi!

Tutti bravi ma con grandi orecchie d'asino, esiste una sottocultura che è il degrado di una società, la fine dell'epoca del saper parlare e scrivere, di stile, eleganza, umorismo, ognuno con il suo stile, la sua “penna”...oggi tutto è su un unico piano ...tutti assolutamente uguali...personalità zero..è la personalità offerta dal virtuale...la personalità del mordi e fuggi..però tutti autori..con velleità d'autori...tutti in questo scatolone dello scadente, addobbato con gran fiocchi colorati.ma tristemente scatolone di cartone che alle prime piogge si sfalda e forse per fortuna... non rimarranno tracce di questi grandi autori.

I grandi autori? Chi è grande veramente...non ha bisogno di pubblicare le proprie “performance” su fb.o sul web...è grande e riesce a superare la moltitudine degli scribacchini ...ed entrare nelle case..essere letto e magari anche riletto..mai prestato (questo è un consiglio)...lo trovi nelle librerie..magari anche in un angolo...difficilmente nei salotti letterali che rappresentano oggi il fumo di un arrosto bruciato.
Il sapere oltre ad una serie di ostacoli voluti per dominarci meglio paga pegno anche per una nostra superficialità, minor voglia, forse anche più pensieri.. ma in cambio abbiamo tutti avvocati, tutti medici, tutti filosofi, tuttologi e politologi...che strano però parlano e si esprimono con carattere Verdana, dimensione 12..un non so che di pesce lesso.

La libertà di essere sé stessi abbiamo perso questo..e senza cultura vera fatta tua e personalizzata hai perso la libertà del tuo essere, sei un copia-incolla, un salva immagine con nome rubato dal web, pozzo continuo di idee..tutte uguali.

Riccarda Balla






0 commenti:

Posta un commento