BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 8 marzo 2016

Referendum 17 aprile 2016...non è proprio tutto oro quello che luccica COMUNQUE SI!

Cosa chiede il quesito referendario?

Nel quesito referendario si chiede: “Volete che, quando scadranno le concessioni, vengano fermati i giacimenti in attività nelle acque territoriali italiane anche se c’è ancora gas o petrolio?”. Il quesito riguarda solo la durata delle trivellazioni già in atto entro le 12 miglia dalla costa e Non Riguarda le attività petrolifere sulla terraferma, né quelle in mare che si trovano a una distanza superiore alle 12 miglia dalla costa (22,2 chilometri).

Quali effetti può avere il sì al referendum?

Se vincerà il sì, sarà abrogato l’articolo 6 comma 17 del codice dell’ambiente, dove si prevede che le trivellazioni continuino fino a quando il giacimento lo consente. La vittoria del sì bloccherà tutte le concessioni per estrarre il petrolio entro le 12 miglia dalla costa italiana, quando scadranno i contratti ma: SU richiesta può essere prorogata fino all’esaurimento del giacimento. Si parla quindi di permettere o no che proseguano le estrazioni sugli impianti che esistono già. Tra gli altri saranno interessati dalla misura: il giacimento Guendalina (Eni) nell’Adriatico, il giacimento Gospo (Edison) nell’Adriatico e il giacimento Vega (Edison) davanti a Ragusa, in Sicilia. Non saranno interessate dal referendum tutte le 106 piattaforme petrolifere presenti nel mare italiano per estrarre petrolio o metano.
Quindi nella realtà dei fatti è solo un contentino per zittirci, 22,2 km dalla costa non è assolutamente una salvaguardia dei nostri mari. Le trivelle continueranno a "spirtusare!" ..
Intanto fino a scadenza dei contratti continueranno a trivellare, poi potranno chiedere autorizzazione a proseguire se il giacimento non è esaurito!
A me sa di una vittoria di Pirro, dare un calcio alle grandi Multinazionali ovvio che no mi pareva strano..e poi di petrolio campiamo tutti non vedo città che si attrezzano in grande stile con pannelli fotovoltaici, non vedo sfruttamento di energia eolica..in Sicilia poi tra gli affaristi e pale ferme..il petrolio continua ad andare alla grande. 
Andare a votare SI, certo assolutamente ma ripeto è solo un piccolo omaggio per continuare comunque a fare gli interessi loro
Riccarda Balla


2 commenti:

  1. molti stanno abbandonando il campo per paura dell'effetto referendum...http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/08/trivelle-anche-transunion-petroleum-rinuncia-alle-ricerche-di-idrocarburi-in-mare-dopo-no-triv-effetto-referendum/2528062/

    RispondiElimina
  2. si...speriamo...Ersilia, temo molto nei doppi giochi, sopratutto prima di un referendum..gli italiani temono l'assenza del petrolio o le successive vendette o aumenti ulteriori..l'abbiamo e paghiamo l'euro della Madonna ....figurati poi farcelo arrivare..

    RispondiElimina