BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 25 marzo 2016

MA.....Alla fine....se ci levassimo l' eskimo dal cervello....


Si avvicina il fatidico 17 Aprile..(il 1° sarebbe stato più onesto)..

Ho pubblicato sia le motivazioni dei SI che le motivazioni dei NO..(tutti studi fatti su richiesta dai vari partiti pro o contro vedi quanta gente vi ha mangiato sopra)...


Ogni pubblicazione mia ha dato la stura ad una serie di spot..
Bene: Dico di Votare SI...non perchè sarà la fine del mondo trivellifero...ma almeno la trivella tra alcuni anni non ci sarà più (forse) nel mare davanti alla spiaggia dove mi "plongio"...ma a 22 km ci sarà..che mi frega..forse dovrebbe fregare invece..i Capodogli che si spiaggiano, non è che hanno la cabina in riva alla spiaggia...vivono e si riproducono lontani dalle coste...

Ma tutti questi SI e NO...tutti i proclami con verità dette e bugie spiegate o al contrario dipende se sono Guelfi o Ghibellini girano a rotta di collo  usando che mezzi?


I cellulari che sono diventati degli strumenti "usa e getta" con corsa all'ultima novità, Computer..tablet...ecc.. sapete cosa c'è dietro? C'è uno sfruttamento di minori, ci sono veleni..un piccolo, superfluo, inutile sciocco esempio:


il Coltan è un minerale molto duro, denso, resistentissimo al calore ed alla corrosione, essenziale per la produzione dei condensatori di computer portatili, telefoni cellulari, dispositivi video, dispositivi audio digitali, console giochi e sistemi di localizzazione satellitare,  si estrae dalle miniere del nord-est della Repubblica democratica del Congo, dove si sono combattute diverse guerre per il controllo delle risorse minerarie, che negli ultimi quindici anni sono costate circa cinque milioni di morti. (bazzecole...)

Uno dei problemi maggiori dello sfruttamento di questo minerale è che contiene una parte di uranio, quindi è radioattivo  viene estratto a mani nude dai minatori congolesi, tra i quali si sono registrati numerosi casi di tumore e impotenza sessuale, ma ancor più grave è lo sfruttamento minorile, raccontato in Blood in the Mobile, un documentario del regista Poulsen, i bambini lavorano fino a 72 ore consecutive (SETTANTADUE ORE!!!  Noi ci sentiamo stecchiti dopo 6 ore di lavoro. per non parlare dei politici...bastano 15 minuti), nelle miniere di Bisie per estrarre il coltan..i bambini che si calano nei cunicoli delle miniere ( i carusi siciliani...ricordate la storia?  era zolfo..), per portare alla luce le grosse pietre che verranno poi frantumate ed estratto il "preziosissimo" minerale radioattivo.

Tralasciamo il resto di quello che succede rapimenti di bambini, o venduti come schiavi per pochi dollari, devastazione delle foreste tropicali...ecc.ecc.

C'è ben altro ancora e sempre orrido, dietro questi attrezzi... dai quali rompiamo l'anima senza guardare orario, dai quali facciamo campagne elettorali senza in realtà dire...accontentiamoci, perchè la fregatura c'è lo stesso..ma è meglio di niente..o sarà forse un passetto per il domani, se e quando si riuscirà a sfruttare come si deve le energie alternative senza che siano dei motivi di arricchimento per pochi e mai funzionanti. Obbligo dove e come quando possibile, praticamente ovunque, l'utilizzo di pannelli solari come coperture, le nuove costruzioni,  ecc.ecc, magari con veri incentivi e seri. ...eh...(direbbe Sgarbi ma sono esteticamente brutte...Bahhhhhh...).  La vera lotta sarebbe questa.. forse si...forse no...

Riccarda Balla





0 commenti:

Posta un commento