BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

sabato 5 marzo 2016

L'ombra su un amicizia? Un' amicizia è dare e dimenticare e ricevere senza dimenticare

Sante Pollastri





Amico mio, accanto a te non ho nulla di cui scusarmi, nulla da cui difendermi, nulla da dimostrare: trovo la pace… Al di là delle mie parole maldestre tu riesci a vedere in me semplicemente l’uomo. (o donna,dico io)
(Antoine de Saint-Exupery)



La storia è la storia di due bambini, crescono insieme, giocano ed hanno la stessa passione la bicicletta..è una storia di anni anni fa..due figure, due destini diversi..uno diverrà il Campionissimo, l'altro uno dei Banditi più famosi d'Italia..
Sono Girardengo e Pollastri...: Vai Girardengo, vai grande campione, nessuno ti segue su quello stradone, Vai Girardengo non si vede più Sante, è dietro a quella curva e sempre più distante.  E dietro alla curva del tempo che vola, c'è Sante in bicicletta e in mano ha una pistola.. (il campione ed il bandito - F. De Gregori).


Girardengo
Pollastri, criminale, diventato per rabbia o perchè nel sangue, su di lui le leggende sono tante, ma la più credibile è quella di rabbia quando la sorella venne violentata da un Carabiniere,  venne definito anarchico perchè insultò alcuni fascisti..pare ..al processo quando gli venne chiesto se era anarchico rispose: "Ho le mie idee".
Un uomo che che viveva alla macchia, con sembra 7 omicidi sulla coscienza, rapine...e fughe..fughe come quelle di Girandengo quando vinceva le gare...vinceva per amore, per passione...l'altro cercava di vincere, per rabbia...e di vincere su un destino che si era creato..si a volte il destino siamo noi a crearcelo o a cambiarlo...e dipende da come : il vero amico non ti dimentica, ti vorrà bene comunque e sarà accanto...gli altri scompariranno o ti tradiranno.

Ma la passione di Sante Pollastri per la bicicletta e l'amicizia che da piccoli li legava tradisce Sante, Girardengo è all'apice della sua carriera sportiva e Sante latitante a Parigi, s'incontrano durante una gara ciclistica...la passione di Sante ...tradisce Sante...un Commissario (che poi ispirò Simenon al suo Maigret) lo sa...il criminale viene arrestato...e condannato all'ergastolo..un bandito le cui carambolesche avventure erano comunque seguite dalla gente...come le grandi vittorie di Girardengo..ognuno di loro era nell'immaginario collettivo...il Campione ed il bandito...amici...le corse in bicicletta da bambini, Girardengo testimonierà al processo proprio su questo incontro.

L'ombra che avvolge l'amicizia è se sia stato proprio Girardengo a tradire Sante denunciandolo...è un ombra a cui credere? 

Non so, non mi piace crederlo..e se dovessi farlo spontaneamente passo dalla parte di Sante, ha creduto nell'amico, ha creduto nel loro passato insieme, ha rischiato per amicizia,  rischiare per amicizia, la cosa più bella,..credendo nell'amico più fortunato, il cui destino aveva riservato onori e plausi. : Sante Pollastri il tuo giro è finito e già si racconta che qualcuno ha tradito. Vai Girardengo, vai grande campione nessuno ti segue su quel grande stradone (il Campione ed il bandito).

Una storia di amicizia, tante leggende...ma  un'amicizia è anche accettare un amico per come siamo ed accettare il suo aiuto per essere quello che dovremmo..Girardengo ha aiutato l'amico? e Sante è andato ad applaudirlo al traguardo pur sapendo di rischiare...a tradirlo è stato qualche altro?. Voglio credere a questo..

Riccarda Balla































0 commenti:

Posta un commento