BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 28 marzo 2016

L'odio fa strage di innocenti

Il parco di Lahore era gremito al momento dell’attacco.  Famiglie, cristiane e non, che stavano festeggiando la Pasqua. E la violenza fanatica ha colpito: una carneficina, sangue ovunque, resti umani sparsi sull’erba, un atto orrendo e vigliacco e il mondo sprofonda in un abisso di odio.

Un gesto schifoso, antireligioso (il Corano ripudia l'odio) quello del talebano che si è fatto esplodere in mezzo a bambini che stavano giocando, che ha spento in un attimo le vite di molti di loro, e per sempre il sorriso di coloro che sono sopravvissuti.

Uccidono i bambini e le bambine perché non vogliono che il futuro possa essere diverso dal loro, fatto di terrore e di vuoto. 
Uccidono la spensieratezza, l'innocenza, la semplicità e la spontaneità che solo i bambini hanno. 


Una strage orribile, dettata da un odio omicida che ferisce non solo il popolo pakistano, ma  l’intera umanità.  Un attentato che darà ancora più fiato ai profeti dell’odio e delle crociate antislamiche, che con la loro ipocrisia e fanatismo non fanno che lasciare campo libero al terrore e allo scontro di civiltà.


Non esistono “nostri morti e loro morti” Erano bambini, semplicemente bambini. 

0 commenti:

Posta un commento