BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 24 marzo 2016

La storia ha memoria breve...


La storia è di memoria breve...sembra sempre che un passato non ci sia..o si ricorda solo quello che fa comodo ricordare e che possa rappresentare una passerella..ma in Italia ci sono stati 14.000 attentati tralasciando il prima ed iniziando dal 1968, per mano di terroristi italiani 120 nostri connazionali sono morti, le BR hanno sulla coscienza 86 omicidi, parliamo del periodo 1974/1988. Italia contro Italia.


Ma non solo l'Italia, in Inghilterra, 467 morti in attentati organizzati in locali pubblici, tutti cittadini con passaporto inglese i terroristi. In Germania, l'autunno nero ...300 attentati, 34 morti..erano tutti cittadini tedeschi i terroristi..Scie di sangue..e non abbiamo elencato i feriti. Sono alcuni esempi questi di atti terroristici di immane violenza attuati da connazionali. ( per i dati fonte DAM VIEGI)


Questo per dire che il problema non è solo dato da un'immigrazione sicuramente incontrollata e voluta, ma da una strana disattenzione...posti di blocco, controlli negli aeroporti stressanti, la saponetta che non passa...ma armi tutto arriva o esce.

Abbiamo periferie nelle quali ribolle tutto un sistema malavitoso, non importa le razze e le provenienze, queste ultime hanno semplicemente ingrossato delle file che già esistevano nei territori, connazionali o non...il concetto è un sistema di controlli superficiali..abbiamo oggi le città piene di microfoni e video camere...ma tutto si riesce ad organizzare, tutto si riesce ad attuare.

Il sistema di sicurezza è quello che fa acqua da tutte le parti, voluto? Non so...ma certo è che poi si scoprono fiancheggiatori che ci appartengono...ma di questi poi si parla poco...


Riccarda Balla

0 commenti:

Posta un commento