BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 4 marzo 2016

LA POESIA E' MIGLIORE DELLA LEGGE


LA POESIA E' MIGLIORE DELLA LEGGE


Se credi a quel sussurro
e ti guardi con sospetto
nel mistero
e ridi del tuo cuore pazzo
che ha già sofferto
e batte insieme al mio
cuori di luce bianca,
allora mi potrai bere
fino a non dissetarti mai,
mi potrai toccare
fino a sentirmi vivo,
e mi potrai aspettare
perché sai che esisto
nel tuo cuore illuminato
dai pensieri forti
stretti nelle mie mani piene
tradite nell'insano
sortilegio
più efficace delle mie paure.

Mi ricordo di te
e di quel sospiro incerto
quando Dio parlò per me
l'ultimo verso
di un favoloso incanto.
Perciò non dubiti di me
tirato a sorte tra le porte
e condannato a morte
nell'attesa che si sciolga
in versi di poesia e canto
il sortilegio
che di Lei
fu il mafioso vanto.
Grazie per l'attenzione, marzo 2016
Marcello Scurria

0 commenti:

Posta un commento