BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 7 marzo 2016

La festa delle donne.....sotto un altro punto di vista


foto di riccarda balla
Continua il nostro cammino nel labirinto delle favole vere e delle false verità, scivolando sulle parole degli ipocriti, inciampando in cervelli carichi di cattiveria, barcollando in mezzo alla noia degli altri che ghignano imbrogliando se stessi, sto costruendo un'arca... una persona crede di camminare sulle acque...con un trapano me la sta perforando....non sta camminando sulle acque, è il mio stomaco la sua zattera, ma sono radice di zenzero le mie viscere , la mia mediocrità, garanzia di forza.

Si...domani...non voglio pensare minimamente all'ipocrisia, perchè stufa della falsità, stufa di chi tiene i piedi in due, tre, quattro staffe. Stufa di chi offende, di chi ferisce, stufa chi valuta l'intelligenza in rapporto alla facilità con cui ti  porti  a letto o meno una persona...stufa di chi pensa che l'indipendenza di un cervello sia dato dalla capacità di sostituire o meno, stufa di chi pensa che gli esseri umani siano intercambiabili..Stufa di chi prende a calci pensieri onesti. 

Non sono un'intellettuale, gli intellettuali non vivono di vita propria, vivono per stupire vantandosi di essere riusciti a farlo e sapendo che hanno solo imbambolato degli imbecilli di cui si circondano, sono la forza degli "intellettuali" se non ci fossero gli stolti non avremmo gli intellettuali  a pagamento (non importa che tipo di pagamento) e tutti saremmo più felici.   

Saranno proprio gli "intellettuali che domani si lanceranno in frasi sconvolgenti sulle donne..ma sempre le stesse, sempre ovvie, sempre inutili. Le peggiori? beh..le frasi delle donne libere, indipendenti, astute, che vivono la loro libertà calpestando gli altri..i loro sentimenti sono offerti alla bisogna, le donne che in realtà alla fine nelle loro mani stringono fumo, hanno creato fumo..e si ritroveranno intossicate da se stesse e dagli imbecilli di cui si sono circondate a cui hanno fatto credere di considerarli alla loro stessa "altezza".

Non sono filosofa, i filosofi devono farti credere che è giusto ciò che è sbagliato, i filosofi vivono giustificando i loro atti, qualunque essi siano come giusti, corretti...anche loro si circondano di "stolti", anche loro come gli intellettuali fanno finta di non aver sentito il congiuntivo dimenticato...

Domani ci sarà chi "utilizzerà" le DONNE CURDE...è facile, lo si farà seduti su un divano, rimmel, Martini, e ci si gongolerà nelle proprie frasi ad effetto :  coraggio della donna...della sua forza, della sua lealtà...per favore evitiamo, sarebbe un offesa alle DONNE CURDE...penso più alla capacità di fuggire come conigli.. ed alla capacità di giocare con sentimenti, vizi, interessi e virtù ma solo se occorre.

Ci saranno uomini dimentichi del loro passato...che offriranno mimose di plastica con un buon strato di muffa sopra, le tirano fuori ogni anno e poi le rimettono in cantina e ritornano nella loro violenta ipocrisia...

Domani non sarà dedicata a nessuno...semplicemente perchè delle donne vittime si fà commercio. Quanto sono utili.

Riccarda Balla







0 commenti:

Posta un commento