BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 9 marzo 2016

La Corazzata Kotiomkin è una cagata pazzesca! (film originale: "La Corazzata Potemkin")

Oggi parliamo di modernità, mi è venuta quest'idea ieri quando commentai con una frase di Rimbaud:
 Il faut être absolument moderne. ...Je me crois en enfer, donc j'y suis.


Modernità, nella realtà dei fatti non esiste esiste l'idea che un tempo la si aveva a 16 anni che moderno è dire parolacce, così sempre,  facendo perdere loro il "giusto momento" quello di rabbia, disgusto, anche gioia..hanno perso il loro valore espressivo ed è un peccato..ma è la modernità che distrugge significati, poeti, scrittori ,  musicisti,  e masse uguali di esseri umani, essere moderni a tutti i costi è un inferno di studi approfonditi di movenze, di specchi, di apparire, fingere. 

Modernità,  l' essere assolutamente moderni, ovvero seguire biecamente un concetto di libertà propria dimenticandosi che esiste il rispetto per gli altri, la modernità fraintesa con la volgarità, l'essere spregiudicati non è essere volgari, anche qui l'ignoranza sul termine modernità esce fuori, credo che la spregiudicatezza oggi l'abbia il "temutissimo" mediocre, da cui si fugge, troppo difficile stargli dietro. 

Modernità è stupire gli altri con "effetti speciali" del cervello..peccato che a guardar bene e basta che nel proprio passato siano stati letti circa 600 libri che qualche cassetto si apre:  non è modernità è un web che ti offre la possibilità di agganciarti ad un "effetto speciale" che non è del tuo cervello ma di qualcuno di altra epoca...  e ti offre la possibilità di svisare curiosando anche tra le  svisature di altri che hanno avuto la tua stessa idea e così i  tanto moderni ti considerano modernissimo ..(il mediocre pensa che tu sia un pò sciocco ed un pò si diverte).

Un moderno oggi, come ieri e l'altro ieri,  è in verità chi  si mischia in mezzo a tanti altri con le  stesse idee, abbigliamento, modo di essere, di fare e di dire ma non diteglielo per favore crollerebbe il suo mondo e la validità esclusivamente e tristemente strumentale dei suoi "effetti speciali".

 Ma nessuno, essendo moderno quindi superficiale pensa che si possano fare verifiche e che esista un mediocre i cui limiti sono dati da una ricca, disordinata, vissuta libreria.

La mia forza è la mediocrità e la difendo con le unghie e con i denti.
Oggi è la difesa, la differenza, la vita dei mediocri non è facile in mezzo a cotanta modernità, ma è proprio lì il bello sei diverso, sei la pecora bianca in mezzo a tutte pecore nere, la mediocrità che ti aiuta a superare le sconfitte perchè è proprio lei che ti pone di fronte ai tuoi limiti, puoi provare a sconfinare..ma cosciente di correre dei rischi e consapevole di perdere.
La mediocrità  è sinonimo di libertà, di dire che il Gattopardo non è nulla di chè...Che il film "la Corazzata Kotiomkin" è una cagata pazzesca! Ecco la libertà meravigliosa, semplice, spontanea e scatenata  del mediocre..e la parolaccia al momento giusto.

Riccarda Balla 

1 commenti: