BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 14 marzo 2016

I venti nazi-populista arrivano anche in Germania

Le elezioni regionali in Germania vedono il trionfo del partito Alternative für Deutschland(abbreviato, AfD). Nei tre land dove si votava tale partito euro-scettico di estrema destra ha ottenuto risultati al di sopra di ogni aspettativa.


In Baden-Württemberg l’AfD ha raggiunto circa il 15% dei consensi mentre hanno trionfato i Verdi con oltre il 30%. in questo land crollano sia SPD che CDU che perdono più del 10% dei consensi. In Renania-Palatinato l’SPD arriva al 36% mentre CDU arriva al 31%. AfD in questo land arriva al 12% dei consensi . In Sassonia CDU raggiunge quasi il 30% mentre AfD raggiunge quasi il 25% ottenendo un risultato strabiliante.

Quindi, dopo queste elezioni AfD entra nei tre parlamenti regionali dove si dovrà dare vita a delle coalizioni per formare una maggioranza di governo. È oltremodo chiara la bocciatura per la cancelliera Merkel che, negli ultimi mesi, ha promosso delle politiche di integrazione per gli immigrati provenienti dal Medio Oriente, politiche condannate da gran parte dell’elettorato, soprattutto quello di estrema destra.

Il successo di AfD determina un vero e proprio terremoto politico in Germania, nazione da tempo dominata dal duo CDU-SPD, i quali stanno perdendo consensi elettorali già da tempo. AfD propone nel suo programma elettorale, tra l’altro, l’uscita dall’Euro della Germania, un referendum contro il TTIP e la fine delle sanzioni europee contro la Russia. Inoltre, negli ultimi tempi, tale partito si è schierato apertamente contro le politiche di integrazione di Merkel. Addirittura, la leader attuale del partito, Frauke Petry, ha adottato posizioni controverse contro l’accoglienza degli immigrati: costei ha fatto capire chiaramente che bisogna respingere gli immigrati alle frontiere anche con la forza e con le armi.

Dopo l’ascesa della leader populista Marine Le Pen in Francia, del Movimento 5 Stelle in Italia etc. abbiamo l’ascesa di un altro partito populista anche in Germania. Frauke Petry e il suo AfD portano il vento dei populismi anche in Germania. E come non pensare anche alla “tempesta perfetta” che sta scatenando Donald Trump negli Stati Uniti, leader che sta letteralmente spaccando il partito repubblicano e sta suscitando tante polemiche. E manifestazioni per le strade.

Questa disfatta elettorale per la cancelliera Merkel non passerà inosservata e apre un periodo di riflessione all’interno del suo partito come anche all’interno dell’intero panorama politico tedesco. Non solo. L’avvento del populismo anche in Germania, paese considerato finora esente da tale fenomeno, fatta eccezione per il movimento anti-islamico Pegida, movimento condannato da gran parte dell’opinione pubblica in Germania, è un evento che desta preoccupazioni e riflessioni anche negli altri paesi europei e rende ancora più scottante il problema dell’immigrazione.

0 commenti:

Posta un commento