BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 17 marzo 2016

Forse è l'unica arma che abbiamo...colpirli a suon di noccioli d'olive


La Sicilia fa ancora parte dell'Italia...ahimè!!

A Palermo apre il primo ipermercato con prodotti a km.0 ovvero prodotti nati in terra sicula, apre in Via San Lorenzo, sono i nostri prodotti...olio, vino, frutta, pesce...spero che non ne facciano una sorta di radical-chic-cultural- market-  .con prezzi da gioielleria, altrimenti significherebbe vanificare l'idea..idea che dovrebbe espandersi a macchia d' olio (siciliano), per far fronte ad un mercato estero sotto l'ala protettrice dell'  UE la quale impone sul nostro mercato prodotti di altra provenienza, sarebbe corretto se in Sicilia non ci fossero le arance, d'accordo s'importano ma guarda caso le abbiamo ed anche buone (perfino io ho 4 alberelli di arance), globalizzazione non credo significasse manda al macero i tuoi prodotti che ti inviamo quelli altrui. 


La globalizzazione è stata in verità una grande fregatura perchè ci siamo ritrovati solo ciò che di peggio c'era in giro e costretti ad accettarlo anche se assolutamente negativo, in termini brevi che ce ne facciamo di tutte queste porcherie? Mandiamole in Italia,  pare che l'Italia venga considerata da tutti l'unico Paese che ha un Governo inetto così tanto da non proteggersi ma pronto a calar la testa, non siamo tanto furbi eh? All'estero abbiamo inviato dei fiori all'occhiello, ciò che era un vanto italiano e  portava benefici economici e lavoro, no all'estero,  per riempirci poi di roba non nostra e pure scadente. 

Tornando all'idea ottima del grande spazio chiuso dedicato ai nostri prodotti, spero vivamente che sia preso da esempio, sarebbe anche un'occasione per ridare decoro a capannoni abbandonati, o manufatti al degrado, sarebbe l'unica arma che abbiamo per difenderci..colpiamoli con le bucce delle nostre arance, con i noccioli delle nostre olive, mettiamo la coppola alle nostre angurie...facciamoci rispettare..

Riccarda Balla

0 commenti:

Posta un commento