BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 24 marzo 2016

esistono persone che....di Enrico Marra


Enrico Marra

Per favore, attenti alle parole prima di parlare, esistono persone che fanno incubi raccapriccianti, incubi di fame solitudine e dolore, dove perdono tutto; sprofondano in una costante forma di angoscia quasi allo stremo di tatuaggi sulla pelle dell'anima: poi si svegliano riprendono la loro semplice o se volete stupida o banale ma rispettosa vita. Altre che in quel incubo ci nascono, non lo scelgono; ci si ritrovano dentro e basta. Non hanno possibilità di svegliarsi, non sono neanche capaci di immaginare la loro vita pregna di quella normalità che noi chiamiamo quasi con disprezzo: "routine".

Una vita dove non esistono pigiami da togliere, armadi e vestiti da scegliere; quel posto in cui "sorridere" è un traguardo dell'anima e non la staffetta per salire di grado nel proprio posto di lavoro.

Lascio queste righe e questo libro, libero dalle catene dell'acquisto; con la certezza della sua inutilita; perchè nell'uomo come nella storia non vi è nessuna gloria.

Alla fine, un uomo che non conosce la vera sofferenza, a malapena esiste; non importa il ruolo che abbia coperto nella propria società o i gradini sociali sui quali abbia camminato: dove si nasce e come si vive è soltanto una questione di fortuna o sfortuna. Questa è la più spregevole delle verità che lo vogliate o no, potete apporre o controvertire come volete e quanto volete; la verità prescinde da tutte le stupide acrobazie mentali dell'uomo. Non mi parlate di cultura per favore; non parlate di nulla. Se per cultura (la vostra), si intende la conoscenza semantica del mondo fuori di noi; allora è una forma di controcultura dedita al sensismo.

Non riconosco un cazzo, gli ermeti, la dianoiologia, l'ermeneutica sono l'ennesimo sotterfugio all'idiozia del non comprensibile. La realtà è che quello che qualcuno chiama bene per se è sempre un male per qualcun altro e non se ne esce fuori.

La logica di fronte all'idiozia umana si dimette china e a pecorina perché il culo è l'unico posto dove possono entrare tutte le vostre insensatezze schifosamente umane. "Questo "bene" a volte è solo il modo in cui si fa chiamare chi è più forte.

0 commenti:

Posta un commento