BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

sabato 20 febbraio 2016

Il non essere ....è più sincero dell'essere

Il non essere...il non essere non è e non può essere, la verità va oltre le apparenze ed il fatto che si pensi già è essere...per dirla in termini alquanto elementari.. E poverini certo ho reso il tutto molto riduttivo (un misto di Parmenide ed Aristotele)..ma è da questa semplicità di pensiero che racconto la storia del ronzino.
Il non essere del ronzino che comunque e tuttavia continuava a trottare e gli si chiedeva di trottare se necessario...ovviamente sui percorsi impervi….tanto è vecchio ronzino, il morbido terreno erboso era riservato ai cavalli ai quali si riservavano carezze, non erano cavalli di razza e men che mai purosangue ma pur sempre cavalli….Il ronzino aveva non un buon carattere, non era buono, men che meno filantropico, aveva si ben così tanti difetti che erano la sostanza del suo essere. Il suo non essere comunque era importante perché era la garanzia che se c’era da attraversare fango...lo faceva anche se il rischio era azzopparsi, era un ronzino tanto...Ronzino da curare, lusingare se c’ era bisogno...e da abbandonare quando non era più necessario...c’erano i cavalli...che nitrivano, puliti, non stanchi, un pò pieni di sè..ed in fondo egoisti..come tutti i “buoni”, ditemi voi se esiste uno che si proclama “buono” non egoista. Il non essere del ronzino era la sua sostanza , la qualità dei suoi difetti il suo essere. Il ronzino non è cosi sciocco da non capire il gioco è un gioco con vincitori e vinti come tutti i giochi...e lui sa che non ha più forze e caratteristiche per poter vincere.. sa anche che sarà squalificato dal gioco.

Ma egli è, nella sua totalità di difetti che sono la sostanza della sua qualità e comunque guarderà sempre verso i raggi del sole e con stanco nitrito saluterà la luna.




Riccarda Balla

2 commenti:

  1. Ogni metafora ha il suo senso ed ogni parabola la sua morale. Ogni serratura la sua chiave. Bene ho perso il senso della morale e sono senza chiavi. Mi apri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo un gruppo unito di lavoratori, seguiamo Free Italia da molto tempo (non sappiamo ancora per quanto),questa sua risposta ci fa intuire che si senta preso parte in causa in merito a ciò che da sempre magistralmente scrive la nostra Ricky,ha scheketri nei armadi!? A questo punto diciamo ben chiaro che i suoi scritti risultano essere noiosi,non avvincenti e per di più inonda giornalmentele nostre bacheche di articoli diretti a sottolineare il suo presenzialismo saccente che altro.
      Scriveremo una lettera al suo editore perché ultimamente free Italia comincia a non piacerci più e sarebbe un peccato.

      Elimina