BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 7 gennaio 2016

Stato platonico...DI SE STESSII!!!!!


ECCO...VAGLIELO A SPIEGARE AI CONIGLIONI!
Il mondo degli astratti da bar, di coloro che vivono nell’assoluta indifferenza di ciò che li circonda amando di contro il loro sentirsi liberi da ogni costrizione, una specie di anarchici, convinti che il costringere l’accettazione di se stessi agli altri sia un moto di ribellione : il mondo è il mio carattere: lo accetti bene...non lo accetti...faccio a meno di te...non mi frega nè di una norma, nè di un pensiero, sono pieno di intelligenza e di certezze...è il moto dell’animo..del proprio animo e non è da uomini abbassarsi o cedere a qualche cambiamento o ordine inteso come criterio razionale, estetico od anche affettivo.


Il platonico di sè stesso chiede agli altri di accettarlo come è...partendo dall’idea che non si può piegare che è di ferro….cosa alquanto sballata..infatti..sono i primi a sottrarsi, sono quelli che non si compromettono con i pensieri un pò più complicati ma sono ricchi di quell’acume che fa dire loro che questa è la ribellione, la ribellione in realtà nel non compromettersi con idee, nel rimanere fermi con sorriso un pò ebete da emoticon, nell’ evitare di guardare negli occhi chi li può giudicare un pò arroganti, presuntuosi ed ignavi...sono quelli che non amano i rischi intellettuali...quelli che sanno convivere con le situazioni più disparate semplicemente perchè hanno adattabilità alle situazioni, le subiscono, si piegano, più che di ferro sembrano di pongo (vecchio divertente Pongo)...sono le situazioni che essi stessi hanno creato...di cui sono artefici vittime  sottomesse ed anche un pò spernacchiate...ma la vita al di là di quel nido..deve vederti come un ribelle, un duro..un forte...un essere di carattere inamovibile dalle sue idee, sempre giusto, sempre saggio, corretto, dai princìpi (sani o meno non importa) dai princìpi...vah.., nulla teme...l’importante è che non gli si chieda di uscire dal cappello a cilindro in cui viene tenuto e dal quale se ne guarda bene dall’uscire...non conosce il rispetto degli altrui caratteri..non si piega ad affetti, a chiedere scusa, Io sono...il carattere è questo e ne vado fiero posso insegnare ma non imparare ...e così anche fuori dal nido lo spernacchiano...ma non se ne avvede...in fondo è una vittima della sua fermezza è il platonico di se stesso..stato di esaltazione di se stesso..

Riccarda Balla

0 commenti:

Posta un commento