BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 28 gennaio 2016

Perchè si ricorda e si dimentica?

 Il sole si leva. Brilla per lungo tempo. Tramonta. Scende ed è perso. Così sarà per gli indiani...  Passeranno ancora un paio di anni e ciò che l'uomo bianco scrive nei suoi libri sarà tutto ciò che si potrà ancora udire a proposito degli indiani.
(Geronimo)


L' altro ieri, ieri,  tutti a ricordare l'Olocausto ...i campi di concentramento,  le barbarie, le offese subite..da giorni si cercava sul web, cosa scrivere, come trovare frasi ad effetto..perchè per molti tutto si riduce tristemente a questo..Molti di noi hanno scritto che l'Olocausto, i genocidi sono una costante, triste costante di un mondo malato che sopravvive a se stesso fino a quando il se stesso non si auto distruggerà nella condizione di una assoluta solitudine.

Il 31 Gennaio 1846 il Governo americano ordina tassativamente ai superstiti "pellerossa" che già erano stati falcidiati per mano degli inglesi e non solo, di lasciare i territori, sequestrandogli tutti i beni e chiuderli in riserve..pena un ulteriore massacro dei disubbidienti...fu un vero etnocidio..Storia, cultura, tradizioni, tutto doveva scomparire.

Però i paracadutisti americani..quando si lanciarono sulla Normandia, per darsi coraggio avevano adottato Geronimo come urlo...indomito Capo Indiano;  Apaches, il più temibile elicottero USA;  si vocifera che il suo corpo venne trafugato da un certo Samuel Prescott Bush..si proprio il nonno..del guerrafondaio..e che il teschio del Grande Capo Indiano venisse utilizzato durante la cerimonia di iniziazione dai membri della Società segreta Teschio e Ossa...realtà, fantasia? chissà...ma la Società segreta non era fantasia..

Ma una cosa è certa..si sono appropriati del nome di un capo coraggioso, del quale avevano sterminato non solo la sua famiglia, ma tutto un popolo...Cos'è viltà, ritardato riconoscimento del suo valore, altro affronto?



genocidi: Pellerossa, Ebrei, Curdi, Ruandesi, Armeno, Tibetano, Tutsi, in Cambogia, in Bosnia......e l'elenco è infinito...e mai si fermerà..

Riccarda Balla












0 commenti:

Posta un commento