BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 8 gennaio 2016

Messenger offre una mano a nascondersi..

foto di riccarda balla
La tecnica dell' esserci senza esserci...Facebook..ne è maestro e Messenger ha dato una mano, non occorre che mostriate in giro simpatia, apprezzamenti gentili su persone, cose o scritti, non si sa mai...potrebbero scatenarsi invidie e gelosie, potete spiare e poi commentare con messenger..così l'amicizia ingombrante, poco consona alle vostre altre amicizie, evitare voli pindarici e conclusione da parte di numerosi "amici"....Potete addirittura oggi cancellare la persona che potrebbe essere sgradita alla vista, da fb...ma con la quale vi piace comunque chiacchierare..continuando con Messenger.


Il gioco di FB che era quello delle comunicazioni globali, degli interventi, delle battute, dell' amicizia,  lo si è reso un misero fatto...la mentalità del sotterfugio, del fraintendere, dell'invidia, la totale idiozia hanno reso un simpatico gioco da saper gestire comunque e con una certa intelligenza, in un misero cortile lo spazio è stato occupato dalla stupidità, vanità, vacuità.  

Non mi piace chi usa messenger e si nasconde...Se nulla c'è di male che motivo c'è? Paura degli altri? Puff...Puff..tanto se hanno da dire dicono lo stesso...

Messenger viene anche utilizzato per proposte osè, più che osè proprio volgari....nascondersi sempre...comunque..(l' unico caso in cui potrebbe avere un senso...)...  

FaceBook qualcuno l'ha fatto diventare una sorta di vetrina..un banco con tante belle scatoline, si è attratti dalle belle scatoline..è uno scaffale pieno di prodotti..davanti al quale ad un certo punto non riesci nemmeno più a scegliere, ognuno di noi è l'imbonitore di sè stesso...il difficile è poi non finire nell'oblio...ed è un grande lavoro quello di non finire dimenticati..non è un lavoro di mente.. è un lavoro fisico... Poi qualcuno magari cerca di ristabilire le regole di una sorta di Hyde Park..una cassetta e parli ad un pubblico, un pubblico qualsiasi, fatto di tante persone diverse..con le proprie idee, con il proprio umorismo, con la propria serietà, cultura, ironia...Ma no.. disturba il banco delle scatoline colorate...che con gran vociare  buttano polvere su chi vorrebbe almeno far si che il gioco possa comunque continuare con chi lo desidera e così si temono le scatoline colorate vuote e si dirotta sul più tranquillo messenger....dove puoi anche creare un dialogo di gruppo..con poche, sane, sincere persone. Le scatoline schiamazzano felici la loro vittoria, in effetti lo è, il dozzinale vince e stride  con l'intelligenza,  pare che la si debba nascondere..e o mostrare solo su messenger e a pochi eletti.

Insomma grazie alle scatoline vuote ma molto colorate: Finisce tutto, ricordiamoci che: Ciò che non è reciproco: parlare anche se è scritto, capirsi, leggere, ridere, saper ascoltare anche se è scritto, consolare, criticare, accettarsi ed accettare ..Muore. 

Riccarda Balla ( con una gran voglia di taggare una ventina di persone...con cui iniziò Hyde Park...poi arrivarono le scatoline colorate......Andarmene)

0 commenti:

Posta un commento