BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 18 gennaio 2016

La coerenza del tradire..in questo si è bravissimi.

foto di riccarda balla
Ciò che manca a Dio sono le convinzioni, la coerenza. Dovrebbe essere presbiteriano, cattolico o qualcos’altro, non cercare di essere tutto.
(Mark Twain)


Oggi, più dell'altro, ieri la coerenza è un lusso riservato a pochi. Le banderuole al vento sono in numero illimitato e siccome l'essere umano nel suo piccolo un pò Dio si sente, ecco che deve e decide di tenere i piedi in più staffe...così non abbiamo più punti di riferimento in cui credere ma persone che al di là delle parole, del loro professare il loro l'agire si piega alle convenienze.
Abbiamo "piccoli comunisti crescono" che proprio ci tengono a questo termine ormai perso nei meandri di una favola..che  magari scrivono per una testata di destra..perchè quella destra è coerente con le tue idee di sinistra? forse si..o forse un pò di denaro ed un pò di visibilità piace? o forse cominci a percepire che potrebbe essere un trampolino di lancio per entrare anche solo in una politica di quartiere?

C'è la coerenza di una fermezza invidiabile dei nostri politici...la coerenza del tradire regolarmente le loro parole, i loro punti fermi, tranne ovviamente il potere che gli abbiamo concesso e con coerenza continuiamo a concedere loro...l'unica coerenza che ci rimane: quella del subire..ma a parole tutti bravi a contestare..un potere acquisito senza alcun merito ma sopratutto senza più alcun rispetto per un'ideologia..ideologia..un termine per visionari, i visionari poco amati, si temono i visionari forse il visionario dall'immateriale riesce a creare qualcosa di veramente solido..e tutto ciò che dimostra solidità di pensieri, azioni, percezioni, fa paura.

Un mondo dove la coerenza continua ad esistere è quello della violenza..sarà per la rima? Una violenza negli atteggiamenti, la violenza delle parole, la violenza di tradire, la violenza di giocare con la vita, sentimenti, pensieri degli altri..la violenza però più grande alla fine è quella che si fa a se stessi...tradendo proprio chi cerca di tendere una mano, tradendo chi lotta per la difesa della dignità, tradendo valori e principi di cui ti riempi la bocca...ma le azioni provocano solo dolori, sono esattamente l'opposto.

Oggi, poi più che mai non avendo più nulla di realmente personale chi cerca di evolversi dalla media si fionda in pensieri contorti, paroloni, filosofia puerile, perfettamente l'opposto dell'icastico..alla fine di ciò chi ha ascoltato pensa: Però che intelligente! che cultura! o: Ma che accidenti voleva dire? va beh..mi adeguo..faccio finta...e rispondo in breve, ma c'è chi ancora con un briciolo di personalità pensa: che imbecille...fiacco e scialbo..nulla d'incisivo e men che mai di chiaro...sei uno che si venderebbe per due denari.

La coerenza del tradire..in questo si è bravissimi. si tradiscono gli amici, gli affetti, i sogni, si tradisce il futuro.

Riccarda Balla

1 commenti: