BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 28 gennaio 2016

Corruzione: Italia fanalino di coda in Europa

L'Italia sale nell’indice di percezione della corruzione, posizionandosi al 61mo posto nella classifica globale, ma rimane in fondo alla classifica europea.

E' quanto emerge dal ranking di Transparency International, che segnala un minimo miglioramento nel giudizio sul belPaese, che guadagna un solo punto (da 43 a 44) ma rimane dietro altri Paesi generalmente considerati molto corrotti come Romania e Grecia, entrambi in 58° posizione con 46 punti.

La classifica evidenzia anche il crollo del Brasile, duramente colpito dal caso Petrobras, che ha perso 5 punti ed è passato dal 69° posto al 76°, mentre al vertice e in coda alla classifica la situazione rimane pressoché invariata: Somalia e Corea del Nord si confermano anche quest’anno come i due Paesi più opachi. Nessuna novità neppure al vertice dove la Danimarca si conferma campione di trasparenza.

0 commenti:

Posta un commento