BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 26 gennaio 2016

Comunicato dell’Area Scuola di Azione Civile per una legge contro il bullismo e il cyberbullismo

Lanciamo una petizione alla Commissione Giustizia  e alla Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati per chiedere una legge urgente contro il bullismo, contro il cyberbullismo e contro la tortura fisica e psicologica delle vittime.
  Gli ultimi dati Istat ci dicono che  il 7,1%  delle ragazze e il 4,6 dei ragazzi, che usano telefono e internet,  hanno subito attacchi di cyber bullismo e la cronaca dei mass media riporta anche casi di suicidio delle vittime. Il fenomeno è in aumento e urge trattare il bullismo come un reato alla persona con la diretta responsabilità dei genitori del minore che si accanisce contro una o più vittime. La scuola rimane quasi impotente di fronte al cyber bullismo, i messaggi e le foto di derisione della vittima vengono condivisi in modo virale sui social anche al di fuori dell’orario scolastico e, spesso, senza il controllo dei genitori.
Contrastare e fermare ogni tipo di bullismo è un dovere sociale e civile dentro la scuola per  i docenti e fuori dalla scuola per i genitori. Il bullismo non è più un fenomeno occasionale e un Paese civile ha l’obbligo di fare una legge giusta, punitiva, ma rispettosa della privacy del minorenne sia esso vittima o bullo.

Area Scuola di Azione Civile

2 commenti: