BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 27 gennaio 2016

Come scegliere il tipo di prestito adatto alle tue esigenze, dalla cessione del quinto al prestito delega


Nel mercato finanziario non esiste una sola tipologia di prestito, ma tantissimi tipi che permtteranno, ad una persona, di poter optare per la soluzione ideale che si sposa perfettamente alle proprie esigenze: ecco quali sono le classi di prestito sulla quale è possibile far ricadere la propria scelta.



Il prestito classico o cessione del quinto.
Il prestito classico, conosciuto anche come cessione del quinto, è la tipologia che viene maggiormente sfruttata da coloro che, in un particolare momento della loro vita, hanno bisogno di maggiori liquidità.
Questo finanziamento si basa su un semplice concetto: indipendentemente dalla somma richiesta, esso verrà rimborsato con delle rate che verranno prelevate, in maniera automatica dall'ente finanziario, per una somma che non supera il quinto dello stipendio o pensione del cliente.
Pertanto, se una persona guadagna mensilmente mille euro, la rata che dovrà pagare è pari a duecento euro, ovvero un quinto dello stipendio. È possibile richiedere questo tipo di prestiti sia ad uno sportello bancario fisico o in rete. Infatti, con l'avvento di Internet è diventato possibile ottenere prestiti simili sul web. Infatti, negli ultimi anni molte banche hanno deciso di spostare parte delle proprie attività in rete. Una di queste è la famosa Hellobank, un istituto finanziario BNL che offre diversi prestiti online adatti ad ogni esigenza.

Il prestito personale.
Questo è un altro tipo di finanziamento molto diffuso: il cliente si reca presso l'ente finanziario e dopo aver analizzato la situazione col consulente, viene creato un piano che permette al richiedente di ottenere il finanziamento, mentre all'ente di poter essere sicuro che, quella persona, paghi le rate in maniera precisa e puntuale.
In questo caso, il rapporto è tra due soggetti e non vi è l'intervento di altre società o figure che operano in quest'ambito.

Il prestito finalizzato.
In questo caso, si parla di un prestito che viene effettuato da un'attività commerciale, nei confronti del cliente, nel momento in cui vengono acquistati beni o servizi.
Tale prestito può essere sintetizzato col termine di pagamento rateale di un bene: non disponendo di quella somma di denaro che permetterebbe al cliente di effettuare l'acquisto del bene, lo stesso opta per un piano rateizzato, nel quale sono anche inclusi gli interessi.

Il prestito delega.
Questo finanziamento è una versione del primo prestito descritto che si differenzia per l'ammontare della somma delle rate, le quali superano il quinto dello stipendio.
Se il lavoratore dipendente, unica figura che può richiedere tale prestito, guadagna mille euro, la rata potrebbe essere pari a trecento o più euro, che verranno detratti dal suo stipendio.

Il prestito fiduciario.
Il prestito fiduciario è il finanziamento ideale per le persone che necessitano immediatamente di liquidità, come ad esempio gli studenti. L'unico requisito richiesto è un'entrata di denaro minima che copra la rata mensile del prestito.

Il prestito vitalizio ipotecario.
Tale prestito è concesso solo alle persone che sono in possesso di una casa o locale o comunque un immobile da oltre sessantacinque anni.
La caratteristica particolare consiste nel fatto che, tale prestito, non dovrà essere restituito finché il richiedente è in vita, e pertanto le rate dovranno essere sostenute dai suoi parenti.





0 commenti:

Posta un commento