BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 8 dicembre 2015

di marcello scurria: PRISENCOLINENSINAINCIUSOL

Si parla di giubileo, si parla di terrorismo. Si parla di quotidianità e pace, si parla di controlli militari. Si parla di elezioni amministrative nella Francia dei muscoli, si parla di riverberi ergonomici nella politica italiana. Si parla di diplomazia con i musulmani intelligenti, si parla di bloccare l'ingresso di tutti i musulmani in America.
Allora, sarà il secolo delle conversioni e la religione improvvisamente mostrerà il volto dell'ipocrisia e le preghiere si intoneranno con la nuova diaspora in nome di un Dio (Quale?)  che si intende di passaporti e muri di confine solidi come la torre di Pisa che pende pende pende e mai cade giu'. Dunque, un miracolo, non dell'ingegneria, ma un segno divino che allarma e avverte sulla strategia dei nemici assiepati fuori le mura. Lì, i popoli accampati non sono in attesa; attesa  è una parola che non conoscono, è stata cancellata dal vocabolario come la parola speranza che con la magia e la negromanzia non c'ha mai avuto niente a che fare! E (il) Dio che vietato i passaporti dirà che è giunto il momento della resurrezione della verità e che la sua parola non va contraddetta, perché lui sa tutto, vede tutto, capisce tutto e non volendo il   male di nessuno consiglia di dare la caccia alle streghe, perché esistono, il diavolo è apparso loro con la mela in mano e le ha - scusatemi la ripetizione - di nuovo stregate. Dio dice che streghe e stregoni sono seduti sulle scope volanti come i piloti dentro i caccia, pronti al decollo. Poveri loro, perché i droni, grazie a Dio, li hanno sgamati e l'antiaerea è già con il dito sul pulsante pronta ad abbatterle al primo colpo di scudiscio. I più bravi sono gli adolescenti, ma anche bambini, che usano i joy stick con precisione chirurgica. L'esame d'arruolamento è preceduto da un colpo che scappelli il mago o la strega del suo cappello, nero per le streghe e blu stellato per i merlini.  Dopo secoli di deforestazione - si dice in mondovisione - Herry Potter, un insolente traditore [inglese] passato con i nemici democratici sostenitori della diplomazia,  ha gridato i versi magici che hanno dato luce agli alberi coi legni antigravità che si sono moltiplicati a tal punto da interessare la comunità scientifica mondiale ignara  che un seme potesse crescere tanto velocemente come il fagiolo dell'Orco. 
Oh sant'Iddio! Di nuovo le caverne dell'orrore!, titola la copertina di Scientisti Magazzino! La paura delle streghe e degli stregoni ha fatto un salto così lungo da entrare a pié pari nelle case dei sadici con le case piene di armi e munizioni come sante barbere finalmente - è Dio che lo dice -  libere di esplodere. Non ci sono i piccioni viaggiatori e non ci saranno le macchine di Alan Turing a scongiurare gli inni, le bandiere, le testate, i concioni palchettati tra bandiere microfoni  sigilli e stemmi di sette ridondanti che insieme ai mass media  inneggiano con molte parabole al Sangue, sangue, sangue!, alla morte, a morte a morte!, uccidiamoli tutti, la libertà lo esige e Dio è con noi! Le pire, del resto sono obsolete! 
Il genio dei visti negati e dei passaporti scritti in aramaico sul testo della grotta di Kumram Two, si mostrerà sorpreso a miliardi di telespettatori, l'umile sorriso apparso sul suo volto innocente è incredulo per la velocità contagiosa della metanoia che ha preso la stura dall'innocente proposta di alzare un muro, di costruire un collo di bottiglia, suvvia non era nient'altro che un suggerimento piccolo e innocuo come una cacazzatella di topo! Insomma una serendipiti!, non prendetevela con lui! 
Basta una lobbie potente e ultraricca che ha sperimentato la sua immunità sulla vita scannata di centinaia di milioni di morti-morti e di altrettanti milioni di morti-viventi che non sono zombi, ma è gente che non ha più nulla, proprio niente, e la vera democrazia, l'umanità degli scienziati, filosofi e pensatori di vite poetiche e sostenitori di bellezze che salvano il mondo, premi Nobel per la pace saranno ineluttabilmente soprasseduti come coglioni atemporali e atemporalizzati... Già perché anche loro improvvisamente, vittime di un sortilegio, come già accadde  a Galileo Galilei e a Giovanna d'Arco si armeranno fino ai denti sebbene vorrebbero dire di no, di no e ancora  di no. Ma Dio e la fede in Dio a favore della repubblica dei piranas e una magia che non ammette la libertà volitiva, la fede è una cosa seria, con Lei non si scherza, chiude e attanaglia il cuore, il pensiero e le labbra dei grand'uomini come l'inevitabile fuso della bella addormentata.
Si parla di ecologia, una parola che ha affinità con la bellezza; si parla di denaro, una parola che ha affinità con il materialismo anche il più nichilista. Le contraddizioni sono chiare e nessuno può smentire l'ironia, perché non voglio passare per pazzo, e l'ironia è l'antidoto migliore contro la schizofrenia.  In questo mondo si ride e contemporaneamente si piange. In questo mondo si uccide e l'assassino mondiale contemporaneamente si dichiara un pacifista.
Cos'è la schizofrenia?, il malato attaccato mani e piedi con le stringhe al letto, o un mondo che ha deciso di non capire un ciufolo?
Grazie per l'attenzione, dicembre 2015
Marcello Scurria.

0 commenti:

Posta un commento