BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 28 dicembre 2015

In noi la delusione dell'infinito.

Il pensiero è come il respiro, concepisce e fonda, domina ed inventa, ma non trova risposte certe alle domande “ultime”. E’ difficile controllarlo, penetrarlo, conoscere quello degli altri. E’ solo, il pensiero, nella solitudine del nostro intimo, sfoca la sua stessa ricchezza, non sempre riconosce forme e colori, suoni e simboli, e per quanto sia ritenuto infinito rimane incompiuto e limita l’intelligenza indefinita delle cose imponendo chiaroscuri e veli.
Per quanto si tenti di squarciarli rimane sempre in noi quel sottile senso dell’idea tradita, del lido non raggiunto, della risposta mai data. Quella tristezza abita in ciascuno di noi e la sentiamo quando siamo fermi a guardare la nostra ombra davanti alla luce.

1 commenti:

  1. Prova con il pensiero estetico. Pensa il pensiero e forse darai risposte anche alle grandi e grandissime domande. Ciao.

    RispondiElimina