BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 25 novembre 2015

Erdogan l'ha fatta davvero grossa

L'abbattimento di un caccia Sukhoi 24 dell'aviazione russa è stato abbattuto dagli F-16 turchi al confine con la Siria  è un gesto di una inaudita gravità. Il sultano Erdogan, sta scherzando davvero con il fuoco e rischia di aprire un pericolosissimo fronte di guerra in una zona già ampiamente devastata, ma sopratutto per la fragile stabilità e pace globale.

L'azione turca è ingiustificabile quand'anche fosse vero lo sconfinamento in quanto esistono molte maniere diverse per "difendere" il proprio spazio aereo, a maggior ragione quando appare del tutto evidente che non era certo intenzione russa violare lo spazio turco, O DI "INVADERE" LA TURCHIA..

Durissima la risposta di Putin: mi avete pugnalato alle spalle. Ci saranno conseguenze.
A che gioco gioca il neo sultano? Crede di trascinare la Nato, l'Europa o gli Stati Uniti in un conflitto con la Russia che, tra l'altro, sarebbe di grandissimo aiuto ai macellai dell'ISIS?
Ci auguriamo che tutti mantengano i nervi saldi e che la situazione non degeneri: un conflitto con la Russia potrebbe significare lo scoppio della terza guerra mondiale. La questione siriana e la lotta allo “Stato Islamico” (ISIS) POtrebbe portare tutte queste Potenze a scontri a seguito delle divergenze esistenti sul futuro della Siria. A sua volta gli attivi combattimenti tra le forze straniere in Siria potrebbero coinvolgere rapidamente la Turchia, l’Iran e l’Arabia Saudita ed eventualmente diffondersi in altre parti del globo.
PURTROPPO QUANDO ALLA GUIDA DELLE NAZIONI CI SONO PERSONE INADEGUATE, IL DISASTRO È QUASI SEMPRE ASSICURATO!

0 commenti:

Posta un commento