BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 5 ottobre 2015

Il fiero lavoratore con alta la testa...dice : IO LAVORO PER MANTENERE LO STATO..

IL COSTO DELLO STATO










Argomento alquanto ed inutilmente discusso da persone e giornalisti decisamente molto più esperti di me, cioè del mestiere.. inutilmente perché tanto la strada in discesa intrapresa continua inesorabilmente a fregarci.

L'argomento è il costo del lavoro...personalmente non considero il lavoro un costo..bensì lo Stato è un costo ed anche inutile ma obbligato ed Amministrazioni locali varie..quindi oggi lo chiamerei il costo dello Stato che colpisce come una mannaia imprese e lavoratori.

Se alcuni balzelli che si aggiungono potrebbero avere un senso per permettere a Comuni, e Regioni di garantire dei servizi che lo Stato non garantisce potrebbe  essere accettato...ma il problema sorge se i fruitori dei balzelli anziché in servizi ai cittadini ne fanno un utilizzo a proprio favore...aumento di stipendi? per fare l'esempio più facile ed immediato..

Tutte le tasse che incombono su imprese e lavoratori sono destinate a mantenere uno Stato il cui hobby è quello di sollazzarsi, sperperare, senza comunque dare più alcuna garanzia ai "locchi" che ancora non sono fuggiti dall'Italia...se non la certezza che tutto continuerà a pesare sempre di più...e con orgoglio italico dire beh....accidenti lavoro anche per le pensioni d'oro degli immortali...eh si...sono molto longevi..Lavoro per mantenere un' arena ...con pulci e pidocchi ammaestrati ...direi male comunque..l'addestramento è anche scarso.

Io imprenditore e tu lavoratore (quei pochi ancora esistenti), con maschia dignità continuano a lottare per stare a galla affinché si possa continuare con il lavoro,che appunto non è un costo bensì un guadagno, è produrre, è traino dell'economia...ma gli esborsi sostenuti servono per il costo dello Stato che è un onere sulle spalle di chi lavora e di chi offre lavoro serio e vero...Ma piace tanto fare i benefattori...aiutare gli inetti e consentire loro di continuare a governarci...ma tanto lo so...sono parole scritte con inchiostro simpatico...nessuno le leggerà...ed anche quando...che importa a lor signori...

Riccarda Balla



0 commenti:

Posta un commento