BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 11 maggio 2015

LO SCHIACCIA-NOCI PER PRODURRE ENERGIA

No, no il grazioso balletto lo Schiaccianoci ma quell'azione di spaccare le noci per mangiarne il frutto diventa un'opportunità per trarne vantaggi Energetici. La scoperta, made in Usa e portata avanti da Russ Lester, produttore di frutta secca e proprietario della Dixon Ridge Farms, ha dell'incredibile. 

Risparmiare con le noci? Si può, basta produrre energia da biogas legati agli scarti di questo frutto secco. E' così che si ottiene nuova fonte di energia rinnovabile, meno imponente dell’eolico, il solare o l’idroelettrico, ma sufficiente a ridurre le emissioni di sostanze inquinanti nell’atmosfera.


Il tutto a costi bassissimi. Addio bollette, basta uno schiaccianoci e il gioco è fatto, avrete tutta l'energia che serve. E la scoperta è già un esperimento riuscito fatto conoscere al mondo durante la Yale Climate Connections, un convegno sul tema delle fonti alternative provenienti da rifiuti e materiali di scarto.


Per fornire dati sull'efficacia di quanto annunciato, Lester ha spiegato che l'energia che scaturisce è sufficiente ad attivare la pompa utilizzata per asciugare i gusci degli altri frutti ancora in preparazione. Ecco come non perdere i profitti, massimizzare la resa e, al contempo, ridurre l’inquinamento!


Tra l'altro c'è un doppio guadagno: i gusci sono anche un fertilizzante per far crescere nuovi alberi.


A questo punto la Dixon Ridge fa sapere che sfrutterà gli scarti delle noci per accelerare i processi di asciugatura delle stesse e combattere le emissioni di Co2 nell’aria.


E come in cucina ora, anche in azienda, basta una noce per il benessere proprio e di tutti.

0 commenti:

Posta un commento