BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 27 maggio 2015

La politica ovvero oggi chi è in scena?

Ma no, non è vero… mi piace, Beppe Grillo è un comico che ho sempre apprezzato.
Sin dai suoi esordi televisivi… mi ha fatto ridere sempre, molto più di altri comici, magari più famosi di lui…
Poi è sopraggiunta la politica ovvero la comicità con altri mezzi, e il Nostro si è imbattuto in un altro comico, il quale ha raccontato barzellette per venti anni circa, alcune scadenti davvero altre ottime (un milione di posti di lavoro! La sua barzelletta migliore a mio modesto parere…)…
Poi dopo vent’anni di bunga-bunga ci siamo stancati…
Grillo dicevo venne scoperto artisticamente da Pippo Baudo e in quegli anni veniva fuori anche  Massimo Troisi… (immagino Troisi in politica… capo del governo… direbbe “volete il lavoro? E mo’ me lo segno…”)…
Dicevo di Grillo, l’artista la comicità e pensavo al mio Prof. Piero Violante il quale nelle sue lezioni ci parlava dell’architettura del potere e Foucault… e dopo decenni ricordo l’assimilazione tra la forma (circolare o meno) delle Camere dei vari Parlamenti ed il palcoscenico di un teatro … la rappresentanza in entrambi i casi…
Oggi qual è il limite tra l’uno e l’altro?
Quanto c’è di teatrale in un Grillo-Berlusconi-Renzi-Salvini ecc… e quanto di politico, dove finisce l’uno e inizia l’altro…
O forse chi fa politica deve necessariamente portare una maschera, e sta a noi di tanto in tanto toglierla e mostrare che si… il re è nudo!
Die fackel


0 commenti:

Posta un commento