BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 15 maggio 2015

Italiano, furbetto del quartierino

Adesso che hanno avuto piena visibilità i signori ,che protestano contro la riforma del sistema scolastico in Italia, dovrebbero almeno illustrarci la loro controproposta, diciamo almeno in cinque punti fondamentali, così almeno tutti quanti (io per primo) riusciamo a capire le ragioni del loro agire…
Ecco, cari amici, proprio così… in Italia le cose vanno proprio così…
Ricordo anni fa alla provincia di Roma il responsabile delle politiche sanitarie si lamentava del fatto che per poter portare avanti una politica sanitaria doveva sedere ad un tavolo con 23 (ventitrè!!) sigle sindacali…
Pazzesco… e ricordo anche un caro prof. (nonché assessore in una giunta orlando) affermare durante una lezione che per la viabilità cittadina aveva dovuto sentire tutti, perfino i posteggiatori abusivi… insomma ho sentito cose che voi umani….
Per rinfrescarci la memoria ed avere un quadro più preciso:
Parlare di assenza di rappresentanza in Italia è da folli, ne abbiamo fin troppa… ricordiamoci il potere ricattatorio di piccoli partiti, o fazioni sui deboli governi della prima repubblica… e l’assemblearismo anni settanta, tutti parlano anche senza avere competenza e non si decide mai… oggi non è possibile…
A noi italiani piace il “particulare” come scriveva l’Alberti nel ‘500, il nostro è il paese dei comuni, del “familismo amorale” (Banfield) ecc…
Il salto di qualità lo avremo nel momento in cui avremo istituzioni governative più forti, con un maggiore peso decisionale (il decisionismo craxiano era più una leggenda che una realtà…) e capaci di gestire il cambiamento epocale che stiamo vivendo…
Qualcosa sta cambiando, qualche riforma prende forma ma come la UE ci obbliga a fare, dobbiamo procedere più in fretta…
Questo è il paese dove un mio caro amico della guardia di finanza è andato in pensione a 46 anni            ( quarantasei anni) come il marito della mussolini nei carabinieri… tanto per fare un es.
Non è possibile! Prima era possibile fare queste schifezze, adesso no, viviamo una realtà globalizzata e le nostre scelte pesano su altri paesi e viceversa…
No, non sempre piove governo ladro…

die fackel

0 commenti:

Posta un commento