BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 12 maggio 2015

Il senso della vita..non sta....in politica...


Il senso della vita non sta in quello che hai o in quello che riesci ad ottenere,
sta in quello a cui sei disposto a rinunciare.
Non c’è scelta. A qualcosa bisogna rinunciare.
E’ una regola. E’ la regola principale della vita. 



Se questa filosofia di vita venisse adottata in politica, o meglio dai nostri politici, ponendo la questione sul fatto che se agissero non solo per ottenere propri ed unici vantaggi e rinunciassero a tanti privilegi e procedessero secondo la regola che per il bene di una comunità rinunciare a qualcosa che significa solo vantaggi per loro e svantaggi per gli altri forse si starebbe meglio.

Tale regola la si può adottare in tutte le situazioni in cui ci troviamo, sopratutto se ci troviamo di fronte a delle responsabilità verso altri. 

Ai propri vantaggi e comodi si contrappone di riflesso uno svantaggio a danno di un altro...diciamo anche che l'arbitrio di voler fare ciò che si vuole ovvero, passare dallo stato di fatto allo stato di diritto, dandogli dei connotati un pò diversi ma tanto comodi ovvero l' autorizzare qualunque comportamento e normalmente non è mai una condotta che meriti rispetto, generalmente assume un andamento verso le scelleratezze, menefreghismo verso gli altri,  una forma di egoismo giustificato proprio dallo stato di diritto...il diritto di fare o disfare ciò che si vuole per propria convenienza...è la regola oramai acquisita dalla nostra politica: il desiderio determina una norma...di conseguenza si allarga a macchia d'olio su tutto il mondo che ruota intorno a quest'ambiente.

Le conseguenze sono davanti agli occhi di tutti i cittadini che....però pur trovando la cosa iniqua, non disdegnano comunque di metterla in atto anche nel loro piccolo...la causa di tutto questo è il degrado di tutti i valori. La libertà intesa come "faccio ciò che mi pare"....Non è proprio così..La libertà è rispetto nei confronti degli altri.

Riccarda Balla 







0 commenti:

Posta un commento