BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 14 maggio 2015

Il compromesso..subdolo ricatto strisciante...


Il compromesso, inteso come espediente, non ha una sua collocazione geografica ben precisa, lo si può trovare ovunque però ogni cultura ha le sue regole ed il compromesso si adegua..
Il compromesso, quel ricatto che adotta una persona che si crede più forte nei confronti di un' altra magari in stato  d'inferiorità per bisogno, malessere, affetto, lavoro..(non è un fattore di maggiore intelligenza, badate bene ma solo di potere!)


La Penisola italiana è riuscita, sopratutto negli ultimi 30 anni direi a superare la maestra in compromessi, la Sicilia che dei compromessi ne ha sempre fatto il suo modus operandi.

Si perché in questa terra assolata il compromesso ha antiche e solide radici, in qualunque campo viene adottato, accettato.

Questa subdola sorta di ricatto che ti viene proposto come se fosse un atto di infinita bontà, di aiuto, con perfido sorriso sulle labbra o aria mesta e contrita di chi trova la soluzione per continuare in realtà a fare i suoi lerci comodi è molto usato in politica (ma anche nella vita privata)...che è tutto un compromesso, purché tutti possano servirsi nella mangiatoia, così...ognuno propone il proprio compromesso all'altro..e questo circolo vizioso in fondo li lega ben bene l'uno all'altro..così i siciliani continueranno a piangere ma..disdegneranno un eventuale compromesso?? Noo...credo proprio di no.

Accettare un compromesso è perdita di libertà, dignità perché il compromesso ti compra...approfitta di te...accettandolo non avrai più il coraggio di dire, il coraggio di fare...hai piegato la testa...hai vinto forse un beneficio ma hai perso nel tuo essere tipico.

Il compromesso, lo reggo molto poco, mi fa venire l'ulcera e divento iena...badate bene iena non viscido serpente che se l'ammazzi ti porta pure male..(e qui ne approfitto di questo bimestre, in cui si sprecheranno tante parole ipocrite e gesti più o meno simbolici)....come si è visto per Falcone e Borsellino, ma non solo loro, hanno lottato anche contro i compromessi, uccidendo  il serpente...sono stati uccisi...affinchè non potessero schiacciare  le uova depositate dal crotalo adamantino per la continuità della specie.

Riccarda Balla




0 commenti:

Posta un commento