BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

domenica 17 maggio 2015

essendo un pò "eclettica".......e per sorridere ai ricordi...


Ode al ghiro!

Qui sonnecchia Gigin Rampo,
diafano, stanco, evanescente
d'Albione sogna d 'essere Pari,
bello e dal sangue ardente.

Apre un occhio, pensa al suo grand'avo
rude pirata, orbo, coperto di tatuaggi..
richiude l'occhio il nostro buond'ignavo
e di Gulliver sogna d' affrontare i viaggi..


Passa un'oretta, si sposta il baricentro
ed il Paolin tramonta con dolcezza
dietro la scrivania lento, lento...lento....
sognando d'una dama la mordida carezza.

Ma pria ch'ei tocchi la dura madre terra
vola. "quale colomba da desio portata"
la segretaria rosso rame ed al vol l'afferra
puntellandogli l'esausta testa amata.

Oh! Dolce samaritana sei, invero!
e per tua colpa e merito non possiam godere
di ciò che bramava l'animo nostro
vedere tirato lungo e tirato un si nobil messere.

E per finir ridendo, l'Aretin plagiamo
con una terzina caustica ed arguta
e come bimbi ingenui in coro cantiamo
"imperciocchè" la verità non è mai muta.
"Qui dorme il Gigin Rampo, nobilissimo,
di tutti disse mal fuorchè del Ghiro
scusandosi col dir: "Egli è mio prossimo".

Riccarda Balla (ricordi di 20enne...e di colleghi)

0 commenti:

Posta un commento