BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

giovedì 7 maggio 2015

Contro la scuola, contro i docenti, contro il sapere in Italia

Sono stati giorni di scioperi, di cortei, di assemblee ecc.. contro la scuola o meglio contro “l’emblema di un modello di scuola, di cultura e di insegnamento aziendalista fondato su criteri di merito e di competizione”.
E qua ti volevo , cari organizzatori di scioperi e cortei, proprio questo manca alla scuola italiana: la MERITOCRAZIA.
Una scuola, ed una università che sia al passo dei tempi e che permetta ai giovani un facile ingresso nel mondo del lavoro…
Se andiamo a vedere le classifiche europee sulla qualità delle nostre scuole ci sarebbe da piangere, la scuola italiana è agli ultimi posti.
Nelle classifiche mondiali delle università a volte nei primi 100 c’è solo la Bocconi di Milano(oltre la 50° posizione!).
Ma tutto ciò deve essere cambiato da seri governi e da un serio ministro dell’istruzione (occorre investire sulle strutture, che sono fatiscenti e da quarto mondo, e sui docenti che dovrebbero essere più motivati anche economicamente...per ora non se ne vede l’ombra ma sperare non costa nulla…).
E poi è mai possibile, lo ripeto da sempre, che in Italia è più facile diventare professore all’università che professore alle superiori?
E’ incredibile…lo sappiamo i concorsi all’università sono quasi tutti truccati e vedi i soliti nomi di padri che lasciano la cattedra al figlio…
È una anomalia italiana che va sanata al più presto…
Non solo i politici rubano, spesso lo fanno anche i Prof, i Baroni…
die fackel


0 commenti:

Posta un commento